Top & Flop di Aquila Montevarchi-Olbia

19.10.2021 21:25 di Stefano Scarpetti   vedi letture
Udoh Top Olbia
TMW/TuttoC.com
Udoh Top Olbia
© foto di Jacopo Duranti

Si è conclusa la gara giocata allo stadio "Ettore Mannucci" di Pontedera tra Aquila Montevarchi ed Olbia, valida per la 10 ^ giornata del girone B di terza serie: 0-2 il finale a favore dei sardi. Con un gol per tempo con il classico punteggio all'inglese quindi la compagine sarda si aggiudica i tre punti cogliendo il primo successo in trasferta. I toscani invece subiscono il secondo stop consecutivo, al termine di una prestazione generosa nella quale ci sono stati errori risultati decisivi nei 90 minuti. I galluresi fanno così un balzo in avanti avvicinandosi alla zona playoff in attesa di vedere i risultati che matureranno questa sera. I padroni di casa rimangono ai margini della zona playout, ma in casa rossoblù si vive la situazione con relativa tranquillità perchè c'è la consapevolezza della difficoltà del torneo. In cronaca il tecnico Roberto Malotti doveva fare a meno dello squalificato Dutu oltre al lungodegente Biagi, propone il classico 3-4-1-2 preferendo in attacco Lunghi a Gambale che si accomoda in panchina, per il resto la formazione annunciata alla vigilia. Sull'altra sponda i sardi devono fare a meno degli infortunati Belloni ed Arboleda. Il tecnico Max Canzi si affida al classico 4-3-1-2 inserendo Pisano a destra mentre in mezzo alla difesa Brignani preferito a Boccia, in mezzo al campo turno di riposo per Giandonato con il trio composto da Lella-Chierico e Palesi a supporto del trequartista Biancu in appoggio a Ragatzu ed Udoh. Lunga fase di studio delle due squadre in avvio anche se i ritmi di gioco sono molto buoni, entrambe le formazioni attaccano bene fino ai sedici metri mancando di precisione nell'ultimo passaggio. La gara si accende all'improvviso: al 26' ripartenza dell'Olbia con Lella il quale si propone sulla destra mette un pallone in mezzo all'area che Biancu di destro manda a scheggiare sul palo alla sinistra di Giusti. La reazione dell'Aquila Montevarchi è in una conclusione scoccata da Barranca sul quale Ciocci è reattivo. La gara si accende: Malotti è costretto ad effettuare il primo cambio: Bassano lascia il campo al suo posto Martorelli con Martinelli che quindi scala sulla linea dei difensori. Sul finire del tempo due grosse occasioni per i rossoblù: prima Martorelli chiama in causa con un tiro da fuori Ciocci poi è Amatucci in seguito ad una azione personale a provarci in area da posizione defilata ma il suo destro viene disinnescato da Ciocci. Nel miglior momento dei valdarnesi sono i sardi a colpire: Biancu taglia la difesa Dell'Aquila Montevarchi innescando Udoh il quale si fa tutto il campo entra in area, si porta sull'interno e con il destro batte Giusti. Malotti lascia negli spogliatoi Carpani inserendo Gambale, il Montevarchi si getta in avanti ma si fa prendere dalla frenesia consentendo agli avversari di gestire la partita ripartendo velocemente puntando sulla qualità dei propri interpreti. Al 17' arriva il raddoppio firmato da Travaglini sugli sviluppi di un corner, il terzino classe '00 si gira e con il destro batte Giusti. I padroni di casa hanno il merito di non mollare gettando "il cuore oltre l'ostacolo" ci mette lo zampino Ciocci su tiro di Gambale poi il numero 9 incredibilmente calcia a lato a porta vuota, l'Olbia in contropiede si fa viva con Ragatzu e Udoh che non arriva per un soffio su cross del compagno. Ecco i migliori e i peggiori del match:

Alessandro Mercati (Aquila Montevarchi): sempre nel vivo dell'azione il giovane centrocampista di proprietà del Sassuolo. Cervello della squadra rossoblù, prova a dare ordine anche quando i compagni si fanno prendere dalla frenesia. Si inserisce spesso, va vicino al vantaggio con un tiro da dentro l'area disinnescato da Ciocci. METRONOMO

UDOH KING (Olbia): ingaggia il duello con Achy uscendone spesso e volentieri vincente, inizialmente fatica a trovare i tempi giusti di inserimento con i compagni di reparto. Sblocca la gara con una azione personale in campo aperto, mantenendo freddezza e lucidità. Nella ripresa il suo contributo è fondamentale nel far salire la squadra. FONDAMENTALE

FLOP

Sulayman Jallow (Aquila Montevarchi): non riesce a trovare spazi nella difesa avversaria, preso in mezzo dai difensori dell'Olbia fatica a trovare la posizione giusta per incidere. Non gli manca la volontà e l'abnegazione ma stasera appare poco ispirato non tirando mai verso la porta avversaria. POLVERI BAGNATE

Nessuno nell'Olbia: prestazione attenta della squadra di Canzi, che interpreta la gara nel migliore dei modi non esponendosi ai ritmi con cui generalmente l'Aquila Montevarchi riesce ad esaltarsi. Qualcosa da migliorare nella fase difensiva, dove qualche errore è stato commesso concedendo occasioni ai toscani. GIUSTA MENTALITA'