Top & Flop di Carpi-Fano AJ

20.10.2019 20:05 di Federico Martino   Vedi letture
Giancarlo Riolfo
Giancarlo Riolfo

Tris del Carpi: il giorno dopo il compimento dei propri 110 anni di storia, la squadra emiliana supera per 2-0 il Fano e ottiene la sua terza vittoria consecutiva, che gli vale il terzo posto in campionato con 20 punti all'attivo, a sole due lunghezze dal Padova capolista.
Primo tempo poco entusiasmante al Cabassi: dopo una lunga fase di studio, le squadre non riescono ad affondare il colpo e a rendersi pericolose con costanza. L'unica vera occasione da rete capita tra i piedi di Baldini al 33', il cui tiro da fuori area sfiora il palo alla sinistra di Nobile. Ad animare la sfida ci pensa Di Sabatino, che al 35' si fa espellere per doppio giallo a causa di un fallo al limite dell'area su Jelenic: i granata restano in dieci uomini e l'inerzia del match è tutta per il Carpi che, nonostante la superiorità numerica, preferisce non forzare le giocate e attendere con pazienza il varco giusto per pungere. A sbloccare il match al 69' è il neo entrato Biasci (al secondo gol consecutivo in campionato), scaltro nel liberarsi di Diop e nel punire Viscovo con una precisa conclusione. I padroni di casa prendono il controllo della partita e trovano il raddoppio pochi minuti più tardi: Diop stende in area Vono, dagli undici metri Jelenic spiazza il portiere avversario. Gli ospiti non demordono e negli ultimi dieci minuti vanno a caccia del gol dell'1-2 prima con Di Francesco e poi con Barbuti, ma senza successo. La formazione granata resta bloccata a quota 10 punti in classifica, ma il tecnico Fontana potrà comunque ritenersi soddisfatto della tenuta dei suoi che, rimasti con un uomo in meno per quasi 60' di gioco, hanno comunque tenuto discretamente il campo.

Ecco i Top & Flop di Carpi-Fano AJ:

TOP

Jelenic (Carpi): prestazione di spessore per l'attaccante biancorosso. Al 35' fa espellere Di Sabatino, mentre nel finale di partita è lucidissimo nello spiazzare Viscovo dagli undici metri e nel congelare il match. Presente e grintoso: insomma, EFFICACE.

Tofanari (Fano): diligente sulla fascia destra, sia in fase di interdizione che in fase di spinta. Nel primo tempo prova anche un'interessante iniziativa personale percorrendo tutto il campo palla al piede. DISCIPLINATO.

FLOP

Saric (Carpi): parte bene, si fa vedere con continuità, in particolare sulla fascia sinistra. Col trascorrerei dei minuti, però, la sua prestazione cala di verve e finisce per smarrirsi per il campo. IMPALPABILE.

Di Sabatino (Fano): difficile scegliere un giocatore diverso da lui tra le fila granata. Soffre sin dai primi minuti le offensive del Carpi: si becca il primo giallo all'8' per fallo su Vano e replica l'infrazione al 35', questa volta ai danni di Jelenic. Lascia i suoi compagni in dieci uomini per gran parte del match. SUPERFICIALE.