Top & Flop di Olbia-Cesena

26.11.2022 16:55 di Gabriele De Bartolo   vedi letture
Biancu, Olbia
TMW/TuttoC.com
Biancu, Olbia
© foto di Sandro Giordano/Olbia Calcio

Torna dunque alla vittoria il Cesena, che al Bruno Nespoli abbatte l'Olbia col punteggio di 0-1. A decidere il gol di Saber Hraiech, che nel primo tempo raccoglie il cross rasoterra di Adamo (cui azione ha messo a soqquadro tutta la difesa gallurese) e può concludere a porta sguarnita. Una partita a tratti divertente, a tratti molto tattica, con un risultato finale forse un po' amaro per l'Olbia, che delle due è la squadra che parte meglio collezionando alcune buone occasioni ad inizio primo tempo. Dopo il gol subìto al minuto 19', l'Olbia non riesce a mantenere la costanza di inizio gara nel trovare la conclusione ed il Cesena ne approfitta gestendo la sfera. Nella ripresa i bianconeri giustificano il punteggio con diverse occasioni da rete, tra cui un tiro di Stiven Shpendi (che durante il match si infortunerà, e verrà sostituito dal fratello Cristian) parato da Gelmi ed un pallonetto allo scadere di Corazza, mandato oltre la traversa. Anche per l'Olbia nella ripresa non sono mancate le occasioni di rimettere in piedi la gara: su tutte si annoverano la punizione battuta da Mordini, cui Tozzo fa il miracolo, ed un importante cross in area ancora per Mordini che però commette fallo in attacco da ottima posizione per il colpo di testa. Vediamo dunque chi sono stati i migliori ed i peggiori del match. 

TOP:

Biancu (Olbia): in un pomeriggio avaro di idee offensive, è l'unico a proporsi repentimanente per il tiro, provando più volte ad impensierire Tozzo dalla distanza. Non ha fortuna, ma tiene viva l'Olbia psicologicamente anche durante i momenti più bui con tanta buona volontà. Nel secondo tempo sparisce progressivamente, c'è un abbassamento di prestazione che riguarda tutti i giocatori dell'Olbia. PROPOSITIVO

Adamo (Cesena): fondamentale nell'azione del gol, in cui con una sgroppata lascia sul posto Sueva e tutta l'Olbia per incunearsi in area, dove eseguirà l'assist per il vantaggio di Saber Hraiech. Un guizzo che si sposa con il rendimento generale nei novanta minuti, dove offre tanta corsa, dribbling ubriacanti, anticipi puntuali, sovrapposizioni. DECISIVO

FLOP:

Il centrocampo dell'Olbia: ciò che è mancato di più tra i galluresi è stato il reparto di mezzo, oggi eccessivamente sotto ritmo e con poco cinismo nelle gambe. Lenta la gestione della sfera, troppi gli errori in fase di impostazione, per non considerare il lavoro non eccellente nel limitare le azioni offensive di Adamo. MORBIDI

La cattiva gestione del vantaggio del Cesena: non ci sono individualità da bocciare nel team allenato da Toscano, cui quest'oggi va però imputata una eccessiva mancanza di voglia nel concludere il doppio vantaggio, contro un avversario che ha concesso spazi ed occasioni. In un'altra occasione, questo atteggiamento potrebbe essere pagato ad alto prezzo. IMPRECISI