Top & Flop di Vis Pesaro-Rimini

03.12.2023 23:50 di Stefano Scarpetti   vedi letture
Claudio Morra
TMW/TuttoC.com
Claudio Morra
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Si è chiuso il derby giocato questa sera al "Tonino Benelli" tra Vis Pesaro e Rimini, valido per la 16^ giornata del girone B di terza serie: 1-1 il finale. Gra molto combattuta ma sostanzialmente corretta, si sono verificati momenti di nervosismo solo nel finale più per la tensione della posta in palio che per altro. Si rammarica la squadra marchigiana per non esser riuscita a conservare il vantaggio scaturito in apertura, non riuscendo a concretizzare le occasioni per raddoppiare, i romagnoli dal loro canto hanno avuto la forza e pazienza di rimanere in partita non mollando nei momenti di difficoltà, trovando la rete del pareggio nella parte finale del confronto. In cronaca, nei padroni di casa Simone Banchieri conferma il 4-3-2-1 ventilato alla vigilia, deve fare a meno dello squalificato Valdifiori ma recupera il capitano Di Paola e Rossetti. Davanti a Polverino viene confermata la difesa vista a Lucca dove Tonucci e Ceccacci sono al centro, Zagnoni e Zoia sulle corsie esterne. In mezzo al campo Di Paola, Rossetti e Nina preferito a Iervolino, Pucciarelli e De Vries a supporto di Sylla. Sull'altra sponda Domenico Troise deve privarsi di Capanni, Tofanari e Bouabrè conferma il 4-3-1-2 con cui i romagnoli hanno superato la Fermana. Fra i pali Colombi, Pietrangeli e Gigli in al centro della retroguardia con Lepri e Semeraro sulle corsie esterne. Megelaitis in cabina di regia affiancato da Langella e Iacoponi a ricoprire il ruolo di mezzali, Iacoponi a supporto della coppia d'attacco composta da Morra e Cernigoi. Non c'è tempo neanche per osservare l'ottima cornice di pubblico e le coreografie delle tifoserie che la Vis Pesaro sblocca Il derby, lavorano la palla Sylla e Pucciarelli che cambia campo per Nina; il numero 8 arma il destro da fuori, c'è una deviazione di Megelaitis assumendo una traiettoria imparabile per Colombi facendo esplodere il "Tonino Benelli". Ci impiega qualche minuto il Rimini per riorganizzarsi, al 12' ci prova Megelaitis da fuori ma Polverino risponde presente. i padroni di casa non si accontano del vantaggio, attorno alla metà del primo tempo vanno vicini per due volte al raddoppio. Prima Tonucci non riesce ad arrivare per un soffio sulla sponda di Zagnoni, poi Sylla da posizione defilata non inquadra la porta. Attorno alla mezzora si rende pericoloso il Rimini in due occasioni, al 33' Lamesta mette Morra davanti la porta, ma davanti a Polverino non inquadra la porta. Poco dopo l'attaccante ospite trova la risposta del portiere avversario. La Vis Pesaro non sta a guardare, Ceccacci da fuori spaventa Colombi poi il portiere ospite è reattivo sul colpo di testa di Tonucci. Ad inizio ripresa Troise inserisce Selvini per lo spento Iacoponi, i padroni di casa non si limitano a difendersi provando il colpo del Ko. Ci prova Di Paola su punizione con palla a lato di poco alla destra di Colombi. Gli ospiti si affidano ad Ubaldi e Delcarro per Cernigoi e Langella e poco dopo inserendo anche Marchesi per Megelaitis ma sono ancora i padroni di casa a flertare con il raddoppio, è ancora il capitano Di Paola a spaventare Colombi salvato dalla traversa. Il Rimini ha il merito di rimanere in partita, trovando il pareggio a dodici minuti dal termine: Lamesta si procura una punizione che calca, supera la barriera esaltando i riflessi di Polverino abile a deviare sulla traversa, sul filo del fuorigioco si avventa Morra per il tap-in vincente. Con il cuore e generosità la Vis Pedaro si getta in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio, ma si scontra con il muro eretto dagli avversari. Ecco i migliori e i peggiori del confronto

TOP

Manuel Di Paola (Vis Pesaro): autentico metronomo del centrocampo e uomo d'ordine, catalizza tutti i palloni che transitano delle sue parti, a tratti dominante. Cerca anche il gol, lo fa con tiri da fuori sia nel primo tempo che soprattutto nel secondo su punizione. La traversa gli nega la gioia di un gol che avrebbe sicuramente meritato. DOMINANTE

Claudio Morra (Rimini): suona la carica dei suoi nel momento più difficile, protagonista delle due occasioni da rete per i biancorossi. Lotta con grande abnegazione mettendo il fisico a disposizione della squadra. Segna una rete importantissima, evitando ai suoi una sconfitta che stava profilando con un tap-in sul filo del fuorigioco. TRASCINATORE

FLOP

Jack De Vries (Vis Pesaro): non molto brillante il trequartista olandese della Vis Pesaro, spesso appare fuori dai radar - soprattutto nel primo tempo - cerca il dialogo con i compagni ma non da l'impressione di poter incidere. In alcuni frangenti accompagna le ripartenze della Vis, senza peraltro fare cose eccezionali. AD INTERMITTENZA

Daniele Jacoponi (Rimini): i centrocampisti ospiti faticano ad entrare in partita in avvio, soffrendo la pressione portata dai dirimpettai. Il numero 44 si fa vedere soltanto con un cross per Morra verso la fine del primo tempo, per il resto rimane ai margini della contesa. IMPALPABILE