Avellino-Juve Stabia, un derby per spiccare il volo. Le probabili formazioni

19.10.2020 11:30 di Francesco Ragosta   Vedi letture
Tifosi Avellino
TMW/TuttoC.com
Tifosi Avellino
© foto di Matteo Ferri

La quinta giornata della Serie C regala il match più atteso nel posticipo del lunedì sera. Al "Partenio-Adriano Lombardi" in un derby che manca da più di sei anni si affrontano Avellino e Juve Stabia, due squadre con ambizioni importanti e tanta voglia di puntare in alto. L'Avellino arriva a questa partita ancora imbattuto, due vittorie nelle due partite giocate in campionato e difesa che non ha ancora subito gol. E' l'esordio in casa per la squadra di Braglia che domenica scorsa ha vinto 2-0 in trasferta contro il Palermo. Molto più altalenante l'inizio della Juve Stabia, la squadra di Padalino ha vinto due delle quattro partite giocate, perdendo le altre due. Le Vespe però arrivano cariche dalla vittoria trovata all'ultimo minuto nell'ultimo turno contro la Virtus Francavilla.
L'ultimo scontro diretto tra le due squadre giocato al "Partenio" risale al novembre del 2013 in Serie B: partita finita con la vittoria dell'Avellino per 2-1. Una trasferta quasi sempre negativa per la Juve Stabia che tranne per un successo giunto a tavolino non ha mai vinto sul campo. In 19 partite in terra irpina, 10 vittorie dell'Avellino e 9 pareggi. Il grande ex della gara non può che essere Piero Braglia, l'attuale allenatore dell'Avellino ha guidato tra il 2010 e il 2014 per quattro anni la Juve Stabia, conquistando una strepitosa promozione in Serie B che mancava da 60 anni. Partita emozionante anche per Salvatore Di Somma, ds dell'Avellino, ma stabiese doc.

QUI AVELLINO - Con quattro partite da affrontare in dieci giorni, Braglia deve valutare se cominciare a far ruotare qualcuno. Non cambierà il modulo, si va avanti con il 3-5-2. Out Leazza e Errico, fermato stiramento al bicipite femorale. Il tecnico potrebbe cambiare gli esterni del centrocampo a cinque con Rizzo al posto dell'acciaccato Ciancio e Tito per Burgio con in mediana Aloi, De Francesco e D'Angelo, bomber inatteso con due gol nelle prime due partite. In difesa davanti a Forte va verso la conferma il terzetto composto da Silvestri, Miceli e Rocchi. In attacco sicuro Fella, ballottaggio tra Maniero e Santaniello per capire chi lo affiancherà.

QUI JUVE STABIA - Padalino può sorridere per il recupero di Orlando, negativo al tampone, che ha superato il Covid-19. Torna tra i convocati anche Golfo, mentre sono ancora out Bentivegna, Cernigoi, Lia e Russo. Le Vespe però hanno dovuto fare i conti ancora con il coronavirus, ieri il club ha infatti comunicato una nuova positività di un tesserato del gruppo squadra: leggermente sintomatico, era in isolamento fiduciario già da due giorni. Nel 4-3-3 dei gialloblu dovrebbe essere confermata la difesa davanti a Tomei con Garattoni e Rizzo esterni e Troest e Allievi al centro. In mezzo Berardocco e Mastalli sicuri del posto, si giocano una maglia da titolare Scaccabarozzi e Bovo con il primo favorito. Cambia il tridente rispetto all'ultimo match: Romero è l'unico confermato mentre Bubas prende il posto di Cernigoi e il recuperato Orlando dovrebbe spuntarla su Fantacci.

Queste le probabili formazioni della partita che potrete seguire tramite il LIVE MATCH di TuttoC.com, leggendo i consueti Top&Flop al termine della gara.

Avellino (3-5-2): Forte; L. Silvestri, Miceli, Rocchi; Rizzo, De Francesco, D’Angelo, Aloi, Tito; Fella, Santaniello. A disposizione: Pane, Pizzella, Ciancio, Burgio, Bernardotti, M. Silvestri, Dossena, Adamo, Maniero, Bruzzo, Nikolic. Allenatore: Piero Braglia.

Juve Stabia (4-3-3): Tomei; Garattoni, Troest, Allievi, Rizzo; Scaccabarozzi, Berardocco, Mastalli; Golfo, Romero, Bubas. A disposizione: Lazzari, Maresca, Codromaz, Mulè, Oliva, Bovo, Fantacci, Guarracino, Vallocchia, Volpicelli, Orlando. Allenatore: Pasquale Padalino.

Arbitro: Valerio Maranesi di Ciampino. Assistenti: Dario Gregorio e Giovanni Mittica di Bari. Quarto uomo: Fabio Natilla di Molfetta.