La geografia del Girone C. Dominano Calabria e Campania

22.07.2019 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
La geografia del Girone C. Dominano Calabria e Campania

Entro pochi giorni avremo la composizione definitiva del Girone C. Pendono infatti i ricorsi di Bisceglie e Audace Cerignola avverso l'esclusione rispettivamente dalle riammissioni e dai ripescaggi. Si può già però avere un quadro pressoché completo di quella che sarà la geografia del raggruppamento centro meridionale. 

A dominare questa particolare graduatoria sono le confinanti Calabria e Campania. La punta dello stivale conferma quattro formazioni così come nello scorso torneo, ovvero Catanzaro, Reggina, Rende e Vibonese. La Campania è a parimerito, sempre con quattro formazioni, "perdendo" la Juve Stabia promossa in Serie B ma accogliendo il neo-promosso Avellino, oltre a Casertana, Cavese e alla riammessa Paganese. 

Segue a tre squadre la Puglia con Bari, Monopoli e Virtus Francavilla. Anche in questo caso persa una, il Bisceglie, ne è subentrata un'altra, i Galletti. Ma attenzione perché, come detto, i nerazzurrostellati potrebbero rientrare in gioco. Ed anche se fosse l'Audace Cerignola, la Puglia salirebbe a quattro squadre come le due regioni già citate. 

Due squadre per la Basilicata, che nello scorso torneo, almeno fino ad un certo punto, col Potenza aveva anche il Matera, poi escluso dal torneo. In questa stagione però ci sarà il Picerno che tra l'altro col Potenza condividerà inizialmente lo stadio "Viviani". Due anche per il Lazio, le già presenti nella scorsa stagione Rieti e Viterbese, e per la Sicilia, la regione che ha "perso" di più in termini numerici. Restano Catania e Sicula Leonzio ma hanno salutato Trapani, promosso in B, e Siracusa, che non si è iscritta. 

Infine chiudono Abruzzo e Umbria, con le new entry Teramo e Ternana, volti nuovi di questo girone, entrambi nello scorso torneo parte del raggruppamento B e traslati nel C per il sovraffollamento di Nord Ovest e Nord Est e ovviamente convenienza territoriale. Unica regione non rappresentata il Molise, ma chissà che un giorno non si riesca rimediare.