Picerno-Rende, la salvezza in novanta minuti. Le probabili formazioni

30.06.2020 11:20 di Francesco Ragosta   Vedi letture
Tifosi Picerno
© foto di Nicola Ianuale/tuttoSALERNITANA.com
Tifosi Picerno

Tutto in novanta minuti, si decide questa sera alle 18:00 il destino di Picerno e Rende che al "Viviani" di Potenza si giocano la salvezza nel match di ritorno dei playout per evitare la retrocessione in Serie D. 
Si riparte dalla sorprendente, ma meritata, vittoria di tre giorni fa della squadra di Rigoli che ora deve difendere l'1-0 conquistato grazie alla punizione di Loviso. Ai calabresi basterà evitare la sconfitta per guadagnarsi la permanenza in Serie C dopo una stagione vissuta con tante difficoltà che li avevi visti prima dello stop per il coronavirus penultimi in classifica con ben quattordici di punti di distacco dai rivali di oggi. Serve però invertire la rotta rispetto al campionato considerando che in trasferta i biancorossi non hanno mai vinto e hanno perso ben 11 delle 15 partite giocate lontano da casa, segnando solo nove gol e subendone trentacinque, peggior difesa da trasferta del Girone C. Le distanze però sono state già annullate nella partita d'andata, merito del Rende, ma tante colpe anche di un Picerno apparso sorprendentemente scarico e soprattutto poco determinato, condizionato e frenato più dell'avversario dal gran caldo e dall'inattività di tre mesi. Servirà tutt'altro atteggiamento per ribaltare il risultato e ottenere una salvezza al primo anno tra i professionisti che sarebbe più che meritata per quanto fatto fino a febbraio. Ora però c'è solo una partita, in cui la vittoria è obbligatoria, per non vanificare tutto il lavoro fatto e mister Giacomarro deve ritrovare i gol dei suoi attaccanti, rimasti a secco nelle due partite giocate contro i biancorossi tra campionato e playout. Entrambe le partite giocate in Calabria tra le due squadre sono terminate con la vittoria per 1-0 del Rende, mentre questa è la prima sfida giocata in casa del Picerno.

Ricordiamo il regolamento di questi play-out: a conclusione delle due gare, in caso di parità di punteggio, per determinare la squadra vincente si terrà conto della differenza reti. In caso di ulteriore parità verrà considerata vincente la squadra meglio classificata secondo le graduatorie di cui al punto 7) del Com. Uff. n. 148/DIV di Lega Pro del 22.06.2020.

QUI PICERNO - I rossoblu devono vincere a tutti i costi, ma Giacomarro non intende fare rivoluzioni. Confermato come sempre il 3-5-2 con un paio di ballottaggi tra centrocampo e attacco. In avanti accanto a Santaniello potrebbe giocare Nappello, favorito su Esposito. In mediana Romizi escluso all'andata dovrebbe partire titolare accanto a Pittaresi e Vrdoljak con Kosovan in panchina. In difesa davanti a Pane conferma per Ferrani, Zaffagnini e Priola.

QUI RENDE - Rigoli va verso la conferma del 3-4-3 visto tre giorni fa con Savelloni ancora una volta che dovrebbe essere preferito a Borsellini in porta. A centrocampo Vitofrancesco giocherà sull'out di destra mentre sono da valutare le condizioni di Origlio uscito tre giorni per un colpo alla testa, Blaze scalpita per partire dal primo minuto. In mezzo Scimia reclama spazio, ma Collocolo, Loviso appaiono al momento inamovibili. In avanti il tridente dovrebbe essere composto da Vivacqua, Libertazzi e Navas anche se Fornito conferma qualche possibilità di scalzare un Libertazzi sottotono nel match d'andata.

Queste le probabili formazioni della partita che potrete seguire tramite il LIVE MATCH di TuttoC.com, leggendo i consueti Top&Flop al termine della gara.

Picerno (3-5-2): Pane, Ferrani, Zaffagnini, Priola; Melli, Pitarresi, Romizi, Vrdoljak, Guerra; Nappello, Santaniello. A disposizione: Cavagnaro, Summa, Vanacore, Fontana, Ripa, Donnarumma, Kosovan, Esposito, Cecconi, Brumat, Squillace. Allenatore: Domenico Giacomarro.

Rende (3-5-2): Savelloni; Germiglio, Nossa, Bruno; Vitofrancesco, Collocolo, Loviso, Origlio; Vivacqua, Libertazzi, Navas. A disposizione: Borsellini, Palermo, Negri, Ampollini, Cipolla, Scimia, Blaze, Fornito, Boito, Regnante. Allenatore: Pino Rigoli

Arbitro: Marco D'Ascanio di Ancona. Assistenti: Francesco Cortese di Palermo e Andrea Micaroni di Chieti.