Potenza, Raffaele: "Giocato per vincere. Biondi? L'avrei voluto con me"

19.01.2020 21:00 di Dario Conti   Vedi letture
© foto di Salvatore Colucci
Potenza, Raffaele: "Giocato per vincere. Biondi? L'avrei voluto con me"

Al termine dell'1-1 contro il Catania, il tecnico del Potenza, Giuseppe Raffaele, ha commentato il match, soffermandosi inizialmente sull'uscita anticipata dal 'Massimino' da parte dei tifosi della sua squadra, per via di un incidente che ha visto coinvolte le tifoserie di Melfi e Rionero, due paesini vicino Potenza, e in cui si è registrato un morto: 

"Sono situazioni incredibili in cui bisognerebbe passarsi una mano sulla coscienza e pensare che il calcio deve essere gioia, sia per chi lo gioca, ma soprattutto per chi va a vedere le partite. Non mi sento di commentare un episodio del genere, mi mette solo tanta tristezza".

Poi sulla partita: "E' stata molto aperta, noi abbiamo giocato per vincerla. Nel secondo tempo siamo arrivati più volte vicini a delle siutazioni importanti per fare gol e abbiamo lasciato qualche ripartenza al Catania, in cui siamo stati bravi a livello preventivo. Il Catania ha un organico di primissimo ordine e quindi la giocata la può tirare sempre fuori, al "Massimino" non ha mai perso. C'erano delle difficoltà, ma credo che la mia squadra abbia fatto un'ottima partita sotto il piano agonistico e della proposizione di gioco. Biondi? Per me non è un sorpresa, tant'è vero che lo avrei voluto con me a inizio anno, cosi come nella passata stagione e due anni fa. Gli auguro il meglio perché è un ragazzo speciale, di quelli che se ne trovano poco in giro. In un contesto difficile si sta ritagliando il suo spazio, sarà un anno formativo per lui. Ho un debole per lui, ma è di proprietà del Catania e forse ha anche delle richieste di categoria superiore".