Top & Flop di Bari-Rieti

19.01.2020 17:30 di Antonio Capizzi   Vedi letture
Simeri, Bari
© foto di Giacomo Morini
Simeri, Bari

Pomeriggio di pioggia, gol e tantissime emozioni al San Nicola di Bari. La squadra di Vivarini batte 5-2 il Rieti che però offre una prestazione degna di tal nome, confermando di non essere assolutamente una squadra da ultimo posto. Sette gol totali, succede di tutto. Dopo una partenza sprint del Rieti, con l’ottimo Tirelli, è stato il Bari a prendere il pallino in mano e sbloccare il match con Antenucci, chirurgico dal dischetto. Si va all’intervallo con il risultato di 1-0 per il Bari, il Rieti entra con un piglio diverso nella ripresa e va vicino al gol con De Paoli; poi arriva Simeri che raddoppia e sembra congelare tutto. Ma la squadra di Beni non è doma e sulla respinta corta di Frattalli arriva Del Regno che apre tutto; dura poco il momento d’oro del Rieti, perché ancora Simeri e poi Neglia portano il match sul 4-2, chiuso poi sottofinale dal neoacquisto Maita, approfittando di un’evidente errore di valutazione di Addario.

Top

Simeri (Bari). Doppietta e assist. Il gemello del gol di Antenucci risponde presente anche in questo pomeriggio molto importante per il Bari, che approfittando del pareggio della Reggina recupera due punti in attesa del big match del Granillo. Solito apporto di qualità del centravanti di Vivari, davvero impeccabile sotto porta: due gol molto simili, i gol da attaccante vero. Nei minuti finali anche uomo assist, scodellando una palla precisa per Neglia. Immarcabile.

Tirelli (Rieti). Il capitano del Rieti esce a testa alta, ma in generale il Rieti ha fatto un’ottima figura contro un avversario oggettivamente superiore sotto ogni aspetto. C’è il suo zampino nel gol che aveva riaperto per la seconda volta la gara, portandola sul 3-2: sul suo tiro deviazione sfortunata di Bianco. Ma nel complesso il 10 rietino appare il migliore dei suoi, per idee e abnegazione. Faro.

Flop

Per​​​​​rotta (Bari). Qualche sbavatura di troppo per il centrale di difesa barese, rimasto da “solo” a tenere la linea difensiva dopo l’uscita per infortunio di capitan Di Cesare. L’occasione del gol di Del Regno nasce da una percussione sull’esterno di Russo, che ha saltato troppo facilmente Perrotta. Pomeriggio in calo per un giocatore che, comunque, sta giocando una stagione importante. Distratto.

De Sarlo (Rieti). Assolutamente anonimo. Troppo timido nell’attaccare la profondità, non impensierisce mai la difesa del Bari. La produzione offensiva dei suoi è stata davvero inesistente e le colpe sono anche sue. Assente.