Top & Flop di Catania-Casertana

10.02.2019 18:45 di Nicolò Marchese   Vedi letture
Calapai (Top Catania)
© foto di Federico Gaetano
Calapai (Top Catania)

Il Catania batte 3-0 la Casertana e conquista tre punti di importanza capitale, che confermano un ruolino di marcia eccezionale tra le mura amiche. Decidono le reti di Carriero, Marotta e Curiale, gol che permettono agli etnei di agganciare il Catanzaro al secondo posto in classifica, a -9 dalla Juve Stabia. Casertana non pervenuta, che non crea mai pericoli e sfodera la peggior prestazione stagionale.

Primo tempo davvero noioso. Nessun tiro in porta, nessuna occasione, solo noia e molti errori. Nella ripresa il Catania cambia registro, sbloccando il match con Carriero: cross di Bucolo dalla sinistra, sponda di Di Piazza che trova l'ex della gara, bravo ad insaccare da pochi metri. Il raddoppio porta la firma di Marotta: il solito Di Piazza si invola in area, calcia trovando Adamonis. Sulla ribattuta si avventa l'ex Siena che sigla il 2-0. Il terzo gol è il ritratto della classica rete in contropiede: Manneh corre in campo aperto, verticalizza per Curiale che, in allungo, supera il portiere avversario.

Ecco i top e flop del match:

TOP

Calapai (Catania): prestazione mostruosa dell'ex terzino del Carpi che domina sulla fascia, correndo dal 1' fino al momento della sua sostituzione. Spezza raddoppi e mette bei palloni in mezzo. Anche nel momento più complicato risulta il migliore. DEVASTANTE.

Nessuno per la Casertana: malissimo, senza mezzi termini. La squadra sembra essere rimasta in Campania. Giro palla lentissimo, zero palle gol creata ed un'infinità di errori. POMERIGGIO DA HORROR.

FLOP

Nessuno per il Catania: nel primo tempo di flop ce ne sarebbero da menzionare almeno tre o quattro. Nella ripresa scende in campo un'altra squadra. Torna a suonare l'orchestra vista a tratti in questa stagione. MACCHINA DA GUERRA.

Meola (Casertana): Calapai è un cliente pessimo, il peggiore in assoluto. Lui lo soffre incredibilmente e non trova mai le giuste contromisure. E' una spina nel fianco impossibile da togliere. SPAESATO E CIRCONDATO.