Top & Flop di Catanzaro-Potenza

23.01.2021 19:55 di Emmanuele Sorrentino   Vedi letture
Top & Flop di Catanzaro-Potenza
TMW/TuttoC.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Una rete di Curiale nei minuti di recupero piega il Potenza e regala alla formazione di mister Calabro l'undicesima vittoria stagionale: il Catanzaro si porta al terzo posto in classifica a quota 31 punti, agganciando l'Avellino, impegnato domani pomeriggio a Torre del Greco nel derby con la Turris. Grande delusione per il Potenza, costretto a giocare la seconda frazione di gioco in inferiorità numerica per l'espulsione di Salvemini: i lucani hanno respinto le offensive dei padroni di casa, arrendendosi solo nel finale. Quartultimo posto per i rossoblu, che incamerano l'undicesima sconfitta stagionale e restano fermi a quota 16 punti.

Subito lavoro duro per l'arbitro Monaldi, che è costretto ad estrarre il primo cartellino giallo del match dopo neanche 1' di gioco: Curiale allarga le braccia e colpisce in pieno volto Cianci. Un'ammonizione che pesa perché la punta giallorossa era diffidata e salterà la prossima sfida di campionato. Al 6' la prima chance per gli ospiti: conclusione insidiosa di Coccia da distanza siderale, la sfera schizza sul campo leggermente bagnato e si perde di poco a lato. Risponde Curiale all'11' con una spizzata di testa, su verticalizzazione di Corapi, Marcone in tuffo respinge compiendo un intervento prodigioso. Il Potenza c'è e si fa vedere con Coccia al 20', che raccoglie un angolo battuto da Ricci e con il destro al volo calcia in porta: Di Gennaro respinge la sfera. Due giri di lancette dopo è Garufo a rendersi pericoloso, innescato da Di Massimo: Marcone chiude il primo palo, deviando in corner. Al 33' schema su punizione per i lucani con Bucolo che serve con un filtrante Salvemini il quale conclude in porta con un destro ad incrociare: la sfera sibila il palo alla destra di Di Gennaro. I rossoblu provano a chiudere in attacco la prima frazione, che nei restanti minuti non concederà più sussulti.

In avvio di ripresa Evacuo rileva Di Massimo, ma nel contempo il Potenza perde Salvemini, che viene espulso per doppia ammonizione dopo aver rifilato una gomitata a Corapi, terminando anzitempo il match. I padroni di casa ne approfittano e iniziano a mettere alle corde gli avversari: ci prova Corapi al 50' con una botta dalla distanza che termina altissima. Calabro getta nella mischia Casoli e Carlini alla ricerca della rete del vantaggio. Fazio al 67' viene pescato da Carlini con un bel cross a scavalcare la difesa: il difensore giallorosso arpiona la sfera, ma non riesce a superare Marcone, bravo a chiudergli lo specchio della porta. I padroni di casa le provano tutte: prima la zampata di Curiale su suggerimento di Scognamillo, ancora una volta provvidenziale l'estremo difensore ospite. Poi Casoli sotto porta, ancora una volta devia in corner Marcone. Il forcing dei giallorossi non sortisce gli effetti sperati. Capuano richiama in panchina un esausto Sandri, inserendo Iuliano. La contromossa dei padroni di casa è Porcino per Scognamillo. Nei minuti di recupero la doccia gelata per la formazione di Capuano: Fazio appoggia per Carlini, il quale allarga sulla destra per Casoli: cross basso sul secondo palo per Curiale che controlla e supera Marcone con un delizioso pallonetto. Le Aquile piegano i lucani ed agguantano per una notte la terza posizione, in attesa dei match in programma domani pomeriggio.

Il Catanzaro scenderà di nuovo in campo mercoledì prossimo, 27 gennaio, per il recupero della diciottesima giornata, ospitando al Ceravolo la Viterbese alle ore 15.00, mentre domenica riposerà. Il Potenza invece riceve la visita del Palermo sabato 30 al Viviani nel match della ventunesima giornata di campionato, con fischio di inizio previsto per le ore 12.30.

Ecco i Top & Flop del match:

TOP

Davis Curiale (Catanzaro): cecchino infallibile sotto porta. Dopo averle provate tutte, sblocca il match allo scadere con un delizioso pallonetto, superando un Marcone strepitoso fino a quel momento. Rimedia un'evitabilissima ammonizione in apertura, che gli farà saltare il recupero con la Viterbese, ma ciononostante non si risparmia, combattendo come un leone su ogni pallone. INFALLIBILE

Richard Gabriel Marcone (Potenza): l'estremo difensore lucano sfodera una prestazione da dieci in pagella. Si oppone contro ogni tentativo dei padroni di casa, che si accaniscono su di lui specie nella ripresa, complice l'espulsione di Salvemini ed il conseguente arretramento della formazione di Capuano. Spettacolare in almeno due occasioni, respingendo in tuffo la spizzata di Curiale e poi il tentativo di Fazio, chiudendogli lo specchio della porta. INSUPERABILE

FLOP

Il secondo tempo del Catanzaro: vero è che Marcone è insuperabile, ma quanta fatica per portare a casa i tre punti. Gli uomini di Calabro non riescono a sfondare nonostante la superiorità numerica. Troppe imprecisioni, tante le giocate sontuose che talvolta non producono effetti. Sono bastati tre passaggi ordinati ad attaccare la profondità per far propria l'intera posta in palio. Ma sono davvero tanti i palloni sprecati. SPRECONI

Francesco Salvemini (Potenza): Due ingenuità a cavallo tra la prima e la seconda frazione. Ingenuità che costano caro, non solo perché la punta rossoblu verrà giocoforza squalificata e salterà il prossimo incontro. Ma soprattutto perché lasciare i propri compagni in inferiorità numerica, proprio quando la tua squadra stava giocandosi la partita a viso aperto contro una delle concorrenti per la promozione diretta in Serie B, è assolutamente da ingenui. Il cuore dei leoni rossoblu non è bastato per contrastare la verve di Curiale, che condanna il Potenza all'undicesima sconfitta stagionale. INGENUO

RIVIVI LE EMOZIONI DELL'INCONTRO DEL CERAVOLO