Top & Flop di Padova-Virtus Verona

22.01.2020 23:04 di Adriano Fiorini   Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Top & Flop di Padova-Virtus Verona

Il ritorno di Andrea Mandorlini sulla panchina del Padova, coincide con il ritorno alla vittoria dei biancoscudati, che questa sera battono la Virtus Verona con il punteggio finale di 3-2.

Il tecnico ravennate sceglie per questa sera il 4-3-3 ed a solo 8 minuti dal via, i suoi passano in vantaggio con Nicastro, bravo a sfruttare un ottimo servizio basso di Fazzi. La reazione degli ospiti è immediata, con Danti che indovina l'angolino basso sul secondo palo, per il momentaneo pareggio. Ancora 5 minuti di gioco e Kresic di testa supera con una palombella Chiesa. Gli ospiti potrebbero pareggiare con un colpo di testa di Danti, ma Minelli risponde alla grande. E' invece Castiglia, al 42' minuto, che cala il tris per i padroni di casa, gol realizzato con la complicità di Chiesa.

Nella ripresa il gioco si fa meno brillante, ma la sfida viene comunque riaperta dalla rete di Odogwu, che supera Minelli con un preciso rasoterra dal limite dell'area. Il Padova perde di concretezza, benché sfiori il poker con una forte conclusione dalla distanza di Ronaldo nei primi minuti della ripresa e con Germano verso la fine. Fresco effettua tutti i cambi a sua disposizione, gli ospiti ci mettono impegno, ma il risultato non cambia più.

Questi i Top & Flop della gara

TOP

Hallfredsson (Padova): nel corso della gara gioca tantissimi palloni, nel primo tempo è piuttosto preciso e con Ronaldo s'intende bene. Con il prosieguo della gara perde di lucidità e commette parecchi falli, ma ha il merito di impedire una facile costruzione di gioco agli avversari. CONCRETO

Danti (Virtus Verona): nel primo tempo segna e risulta l'uomo più pericoloso dei suoi per molti minuti. Piace la dedizione in ogni fase di gioco, non disdegnando di aiutare i compagni anche in fase difensiva. Cala alla distanza, ma la sua prestazione vale un encomio. DINAMITE

FLOP

Baraye (Padova): non è l'unico a sbagliare nel corso della gara, passaggi od appoggi che da fuori sembrano facili, ma alcune sue uscite dalla difesa, sono da rivedere. Troppi i palloni calciati a campanile, per non meritarsi una critica. APPROSSIMATIVO

Chiesa (Virtus Verona): serataccia per il giovane portiere della Virtus Verona. Mal posizionato sul secondo gol del Padova e grave è il suo errore nel gol firmato da Castiglia. E' giovane, ha il tempo di migliorare, ma anche Fresco, che lo sostituisce con Sibi alla fine del primo tempo, pare stigmatizzarne la serata no. BOCCIATO