BALLANO LE PANCHINE. LA JUVE VALUTA ZIRONELLI, VIALI NON CONVINCE E FONTANA VIENE CONTESTATO. GOZZANO E CAVESE PICCOLE TERRIBILI. RECUPERI DECISIVI PER LA CLASSIFICA

Nato a Firenze nell'anno del Mundial spagnolo. Giornalista di TuttoMercatoWeb.com, direttore di TuttoC.com
26.11.2018 00:00 di Luca Bargellini Twitter:   articolo letto 3595 volte
BALLANO LE PANCHINE. LA JUVE VALUTA ZIRONELLI, VIALI NON CONVINCE E FONTANA VIENE CONTESTATO. GOZZANO E CAVESE PICCOLE TERRIBILI. RECUPERI DECISIVI PER LA CLASSIFICA

Quello appena trascorso è stato un fine settimana carico di spunti di riflessione. Un fine settimana, l’ultimo di novembre, che potrebbe rappresentare uno snodo importante nella storia di questo campionato. Come unico vero filo conduttore fra i tre gironi di questa Serie C.

UP & DOWN - In casa della Robur arriva la prima sconfitta stagionale dell’Entella. Un risultato, quello ottenuto dagli uomini di Michele Mignani, giunto al termine di una gara intensa, combattuta e conquistata dai senesi grazie ad una prestazione da grande squadra. I Diavoli Neri incassano la prima sconfitta dopo cinque vittorie consecutive e un avvio di stagione figlio di una grande tempra a livello caratteriale e non solo. In questo fine settimana bene anche Carrarese e il sempre più sorprendente Gozzano che porta a casa un punto nel derby contro il Novara. Purtroppo, però, ci sono quattro (più una) note negative a tenere banco in maniera decisa. Juventus U23, Alessandria, Arzachena e Olbia non sembrano, infatti, essere più in grado di vincere. In particolare la situazione dei bianconeri appare francamente preoccupante. Mauro Zironelli in queste settimane ha cambiato tanto, sia sul piano degli uomini che dei moduli, nel tentativo di trovare una chiave di volta alla stagione. Niente però finora ha funzionato. Tanto che si fanno sempre più forti gli spifferi di un possibile cambio di allenatore. Un’ipotesi, questa, che per ora non sembra riguardare le altre squadre prese in esame anche se il rendimento claudicante dell’Alessandria impone una riflessione, nonostante la società la scorsa estate abbia dato il via ad un progetto nettamente più giovane e meno ambizioso rispetto al precedente. Nota finale per il Novara. Gli azzurri non sono fra le quattro squadre in evidente crisi, ma sicuramente hanno convinto ben poco. Una vittoria in sei giornate è troppo poco quando hai una rosa come quella a disposizione di William Viali.

INGORGO IN VETTA - Otto squadre raccolte in appena tre punti. Questa è la situazione in vetta al Girone B. Un “ingorgo” venutosi a creare per una serie di risultati come il sorprendente ko della Fermana contro la Vis Pesaro (il secondo in trasferta per gli uomini di Flavio Destro e non senza qualche polemica arbitrale), il secondo pareggio consecutivo della Triestina, oltre alla sconfitta interna (la prima stagionale al ‘Menti’) del LR Vicenza Virtus contro il SudTirol. Tutto questo ha riportato in piena corsa la Feralpisalò, lo stesso Ravenna di Luciano Foschi vittorioso per 1-0 sull’AlbinoLeffe così come l’eventuale vincente di Pordenone-Ternana di questa sera che potrebbe balzare in vetta alla classifica. Nelle zone basse della graduatoria, invece, spicca la seconda vittoria nelle ultime tre giornate del Renate. Quest’ultima arrivata con il debutto in panchina di Aimo Diana. L’ex tecnico di Sicula Leonzio, Melfi e Feralpisalò ha accettato una sfida difficile, ma al tempo stesso stimolante. Il successo sul Gubbio potrebbe aver rappresentato la scintilla giusta per il via ad una nuova fase per le Pantere.

ARIA PESANTE A CASERTA - Continua ad essere nuvoloso il cielo sopra Caserta. Sabato per i falchetti è arrivata una vittoria importante e meritata contro la Paganese. Un 4-1 che ha interrotto la striscia di sei pareggio consecutivi, ma che non è servito a fermare il malcontento della tifoseria. Le critiche a Gaetano Fontana non sono infatti mancate e le voci di un Martone, ds dei campani, indeciso se continuare o meno l’avventura i rossoblu non aiutano una squadra che finora non ha mantenuto le promesse d’inizio stagione, ma che non ha neanche deluso in maniera così evidente.
Per il resto la situazione nella parte alta della graduatoria ha visto la Juve Stabia sfruttare il pari del Rende in casa della Cavese, squadra di cui si parla poco ma che gioca davvero un buon calcio, per riprendersi il primo posto e mettere due lunghezze di vantaggio sui calabresi. Spicca la terza vittoria consecutiva del Catanzaro di Gaetano Auteri, con ben sette gol segnati e nessuno incassato, a riprova di un evidente cambio di passo rispetto alla prima parte di stagione. Bene anche il Matera. I ragazzi di Imbimbo sono in serie positiva da tre turni, con due vittorie nelle ultime gare interne. Vista la penalizzazione subita dai lucani è presto per parlare di rinascita, ma i segnali positivi ci sono. Chi, invece, non riesce a riprendersi è la Viterbese. La lunga inattività continua a farsi sentire e Stefano Sottili è alle prese con una squadra che non ha ancora capito qual è la sua vera fisionomia.

RECUPERIAMO? - Settimana di recuperi per molte formazioni di Serie C, in particolare per quelle del Girone A e del C. Fra tutte Pontedera-Novara potrebbe valere molto per la posizione di Viali in panchina, così come l’arrivo del Catania in casa del Matera potrebbe servire per capire quante e quali siano le chance dei lucani in questa stagione. Pro Vercelli-Piacenza, invece, sarà un vero e proprio big match. Tutto da godere.