IL FATTO DELLA SETTIMANA - IL TAR RIBALTA LA DECISIONE DEL TFN. ORA E' LA SAGRA DELL'ERBA VOGLIO

27.10.2018 00:00 di Nunzio Danilo Ferraioli Twitter:   articolo letto 1729 volte
IL FATTO DELLA SETTIMANA - IL TAR RIBALTA LA DECISIONE DEL TFN. ORA E' LA SAGRA DELL'ERBA VOGLIO

Ogni settimana ci ritroviamo con una situazione decisamente peggiore rispetto a quella antecedente.
E' questo l'assioma fondamentale per la Serie C 2018/2019. E non parlo di esoneri, dimissioni o crisi societarie, bensì della giustizia sportiva. Si va sempre peggio; e a questo peggio (il bello si fa per dire, ndr) non sembra esserci fine.
La notizia della settimana, o per meglio dire "Il Fatto della Settimana" per TuttoC.com è naturalmente la decisione presa dal TAR nella giornata di mercoledì, di sospendere la decisione del Tribunale Federale Nazionale in merito al format della "nuova" Serie B a 19 club.
Una decisione per certi versi inaspettata, anche perché il calendario segna quasi novembre. 
E ora? Ci si ritrova davanti ad un bel casino, che potrebbe riassumersi in due grandissimi "partiti".
Coloro che chiedono l'ammissione immediata in Serie B, e il conseguente ritorno a 22 già da questa stagione.
E poi ci sono quelli che chiedono un cospicuo risarcimento (mediamente tra i 10 e i 12 milioni di euro, ndr).
Attorno a questi due maxi-partiti, poi, ruotano partiti minori come: quelli di B che richiedono anche loro un presunto risarcimento, club che vogliono bloccare i campionati a prescindere, club che vogliono bloccare i campionati a metà, persone che richiedono una clamorosa Serie B a 20 e via discorrendo.
Insomma una gatta da pelare, letteralmente orribile. E la patata bollente, questa volta, è finita direttamente nelle mani del nuovo presidente della FIGC, Gabriele Gravina.
L'ex "patron" della Lega Pro ha praticamente nelle mani il destino di tanti, anzi, tantissimi tifosi ed addetti ai lavori.
Io da semplice ed umile redattore di questa testata, non so quale sia la scelta più giusta, ma ho una grande certezza.
Qualsiasi decisione verrà presa scontenterà qualcuno.
Quindi:
 

"Caro Presidente Gravina, fregatene di tutto e tutti e prendi la decisione per te più consona. Ma fallo in fretta, perchè di tempo ne è stato perso abbastanza ultimamente. La gente è stufa di Tribunali e ricorsi, e vuole parlare di calcio giocato.

Con affetto e stima.
NDF"