Il fatto della settimana - La Lega Pro si arrende al Covid-19: il virus tiene in ostaggio anche la terza serie

09.01.2022 00:00 di Valeria Debbia Twitter:    vedi letture
Il fatto della settimana - La Lega Pro si arrende al Covid-19: il virus tiene in ostaggio anche la terza serie
TMW/TuttoC.com

Il giorno dell'Epifania è scattato l'allarme: al telefono con l'Ansa Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, ha infatti preannunciato il rinvio anche della terza giornata di ritorno a causa del numero elevatissimo di contagiati al Covid-19 presenti nelle società di terza serie. "Attualmente ci sono 250 calciatori positivi al Covid su 1700 nei club di Lega Pro: i modelli matematici ci dicono che i contagi aumenteranno nella popolazione nei prossimi giorni, dobbiamo prenderne atto. La salute è un bene primario, noi come calcio dobbiamo ragionare da sistema: domani parlerò con il consiglio direttivo e deciderò in base ai dati aggiornati, ma la tendenza mi pare chiara".

Essere sotto scacco del Covid-19 dopo praticamente due anni di pandemia sembra quanto meno assurdo, ma così è e quindi l'indomani la Lega Pro ha preso il toro per le corna e ha ufficializzato la decisione: la ripresa, dopo la sosta natalizia, avverrà (se tutto andrà bene, perché a questo punto chi può averne la certezza?) nel fine settimana del 22-23 gennaio. Da lì però sarà un vero e proprio tour de force per le società di terza serie: dal 22 gennaio a fine febbraio si dovranno disputare nove turni di campionato in 37 giorni, con ben tre turni infrasettimanali organizzati nel mese di febbraio. Slittati anche i recuperi che sarebbero dovuti essere disputati tra martedì 11 e mercoledì 12 gennaio, così come la semifinale di Coppa Italia: si slitta alla settimana successiva, così anche la finale del trofeo di categoria si disputerà tra il 9 marzo e il 6 aprile. 

La speranza è che tutto vada veramente come preventivato, anche se - visto quanto già vissuto in passato - qualche legittimo dubbio resta. Come resta la sensazione che ancora non abbiamo imparato nulla!