IL FATTO DELLA SETTIMANA - LA MONTAGNA HA PARTORITO IL TOPOLINO: ALL'ALBA DI DICEMBRE UN PUNTO FERMO SU PROMOZIONI E RETROCESSIONI

22.12.2018 00:00 di Valeria Debbia Twitter:   articolo letto 1203 volte
IL FATTO DELLA SETTIMANA - LA MONTAGNA HA PARTORITO IL TOPOLINO: ALL'ALBA DI DICEMBRE UN PUNTO FERMO SU PROMOZIONI E RETROCESSIONI

Settimana clou, quella appena trascorsa, per definire i regolamenti che ci accompagneranno in questa tribolata stagione: lunedì per iniziare a darne definizione si è riunita l'Assemblea di Lega Pro, con a capo Francesco Ghirelli che ha portato avanti una proposta da presentare in Consiglio Federale l'indomani: "Serie B a 20 squadre con 5 promozioni, tre dirette e due con i playoff dalla C. E due retrocessioni in meno per la Serie C, da nove a sette. Ci tengo a precisare che mentre stiamo parlando la B è a 22, siamo disponibili a discutere la B a 20 dovesse passare la nostra proposta. Ricordo che occorre il 75% dei voti del Consiglio Federale. Altrimenti discuteremo i criteri che regoleranno i ripescaggi. E noi ci batteremo affinché si recuperi lo strappo avvenuto questa estate. E ci saranno otto retrocessioni in Serie D". Queste le parole del presidente della terza serie al termine dell'Assemblea e in una nota ufficiale la spiegazione nel dettaglio della stessa: con la B a 20 squadre ci sarebbero dovute essere 3 promozioni dirette determinate dal primo posto in classifica di ciascun girone e 2 promozioni determinate dalla vittoria delle due finali playoff, così come la riduzione da 9 a 7 delle retrocessioni in Serie D, con 3 retrocessioni dirette per le squadre ultime classificate di ciascun girone e 4 determinate dallo svolgimento dei playout.
Con la B a 22 le promozioni sarebbero state 4 (3 dirette e una tramite playoff) e le retrocessioni 8 (2 dirette per le squadre ultime classificate del Girone A e B e 6 determinate dallo svolgimento dei playout con coinvolgimento dalle squadre classificate dalla 15^ alla 19^ posizione di ciascun girone). E in quest'ultimo caso da modulare anche i criteri di ripescaggio.

Martedì dopo il Consiglio Federale sono quindi state sancite le decisioni ufficiali: Serie B a 22, quindi in C 4 promozioni e 8 retrocessioni, con lo stesso Consiglio che dovrà riunirsi nuovamente il 31 gennaio per definire i criteri dei ripescaggi per completare gli organici (serviranno infatti ulteriori 3 squadre che verranno definite tramite ripescaggio e non tramite promozione).

Finalmente dei punti fermi, anche se la questione ripescaggi continua a far storcere il naso a molti. Punti fermi che permetteranno di stilare il meccanismo definitivo di promozioni e retrocessioni. In fin dei conti le novità non saranno sostanziali: playoff allargati a 28 squadre (9 per girone più la vincente della Coppa Italia), identica formula dell'anno passato, con la sola novità relativa alla finale, che per volontà di Ghirelli sarà disputata con gara di andata e di ritorno (da definire tramite sorteggio). Le retrocessioni saranno tre nei gironi a 20 squadre (una diretta, due tramite playout), quindi nel Girone A e B. Nel Girone C, che di squadre ne ha solo 19, saranno due, da definire tramite playout.

All'alba di dicembre il primo step, all'alba di gennaio il secondo. Ma dopo un'estate travagliata, l'inverno non poteva essere da meno...