IL FATTO DELLA SETTIMANA - LA PRIMA GIORNATA E LE SUE TANTE 'PRIME VOLTE': TRA ESORDI, RETI, INFORTUNI E RINVII

31.08.2019 00:00 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
IL FATTO DELLA SETTIMANA - LA PRIMA GIORNATA E LE SUE TANTE 'PRIME VOLTE': TRA ESORDI, RETI, INFORTUNI E RINVII

La settimana che è seguita alla prima giornata di campionato ha portato sotto i riflettori molti giocatori alla loro 'prima volta': la prima presenza tra i professionisti o meglio ancora il primo gol tra i professionisti. Sono tanti i 'millennials' che hanno messo per la prima volta il piede in campo da titolari, con diversi minutaggi: su tutti il difensore classe 2002 Alessandro Carosso che nelle file della Pro Vercelli ha messo insieme 90', dando già l'apparenza di un veterano. Con lui anche un altro difensore classe 2002, questa volta nella Casertana: quel Vincenzo Ciriello, che già 15enne aveva esordito in Coppa Italia e che nella scorsa stagione è stato il primo 2002 a giocare tra i professionisti. Infine l'attaccante - sempre classe 2002 - Claudio Ferrante, 70' nel Bisceglie. Analizzando invece l'annata 2001 giornata di gloria per Gian Marco Crespi, portiere del Gozzano e Davide Pirola, difensore della Giana Erminio. Tra i 2000 titolari - e con all'attivo 90' - ricordiamo invece il difensore Simone Canestrelli dell'AlbinoLeffe; l'esterno di centrocampo Francesco Mezzoni della Carrarese; il portiere Simone Ghidotti della Pergolettese; il terzino Giacomo Quagliata della Pro Vercelli; il centrocampista Tommaso Cassandro del Novara; il difensore Simone Ambrogio della Pianese; il difensore Matteo Lovato del Padova; il centrocampista Gabriele Perretta dell'Arzignano; il difensore Federico Ampollini del Rende. Titolarità ma minutaggio inferiore per il trequartista Riccardo Zulli e l'esterno di centrocampo Matteo Pedrini della Giana Erminio (tutto il primo tempo per il primo, 73' per il secondo)  il centrale Nunzio Lella dell'Olbia (all'attivo 65')  il centrocampista Andrea Cambiaso dell'Alessandria (minutaggio di 85'), il terzino sinistro Alex Campeol della Vis Pesaro (in campo tutto il primo tempo). il centrocampista Simone Isacco della Fermana (70'), il centrocampista Angelo Bonavolontà della Paganese (all'attivo 62'); l'attaccante Salvatore Longo del Bisceglie (70'), il terzino Gian Marco Nesta della Ternana (61'), il terzino Riccardo Spaltro della Cavese (77').

Tanti anche i giocatori che hanno condito la loro prima presenza in questa stagione con la loro prima rete tra i professionisti ci sono il difensore Emmanuele Matino della Cavese; il terzino Emilio Vanacore del Picerno; l'ala sinistra Matteo Della Morte della Pro Vercelli; la seconda punta Ognjen Stijepovic della Pistoiese; l'ala destra Giacomo Tomaselli del Gozzano; il centrale Federico Marchesi del Lecco; il difensore Manuel Lombardoni della Pro Patria; la punta svedese Adin Bukva del Gozzano; il difensore Cesare Pogliano del Novara.

Prime volte da dimenticare invece per Nicola Rigoni e Michael Folorunsho: il centrocampista del Monza ha dovuto abbandonare il campo dopo soli 10' per un problema muscolare che lo terrà lontano dai campi di gioco per probabilmente due mesi. Ancora peggio è andata al giocatore del Bari: niente debutto con la maglia dei Galletti, al contrario in settimana un intervento di pulizia articolare in artroscopia al ginocchio destro e successiva riabilitazione. Se i brianzoli non torneranno comunque sul mercato, lo stesso non faranno i pugliesi che hanno già preannunciato un'ulteriore operazione.

Infine una curiosità: è arrivato anche il primo rinvio. Domani niente Teramo-Sicula Leonzio: data l’indisponibilità dello stadio Bonolis per i lavori di sistemazione del nuovo manto in erba sintetica, il match era stato programmato originariamente allo stadio ‘Cornacchia’ di Pescara, ma il successivo spostamento alla stessa data della partita di Serie B tra il Pescara e il Pordenone ne ha reso impossibile l’organizzazione. Nei prossimi giorni si cercherà di trovare, in accordo tra le due società e la stessa Lega, la prima data utile per il recupero.