IL FATTO DELLA SETTIMANA - LA SCONFITTA DI PAGANI COSTA IL POSTO A ROSELLI: A MONOPOLI IL PRIMO ESONERO. ECCO LO SCIENZA-BIS

07.09.2019 00:00 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Giuseppe Scienza
© foto di Giuseppe Scialla
Giuseppe Scienza

Se la prima panchina era saltata per dimissioni (Calabro a Viterbo, sostituito da Lopez), la seconda è frutto invece del primo esonero stagionale. Ma andiamo per gradi: sabato scorso la doppietta dell'azzurrostellato Schiavino ha condannato il Monopoli alla prima sconfitta stagionale, al debutto in trasferta dopo la vittoria di misura contro la Vibonese nell'esordio casalingo. Un risultato che aveva portato mister Giorgio Roselli ad evidenziare in sala stampa: "Sinceramente questa è stata una delle lezioni più brutte che ho ricevuto in una partita, sono veramente arrabbiato e deluso, parlo di me stesso. Se la squadra fa queste cose, la responsabilità è mia, visto che sono l'allenatore. Se si fanno delle cose buone senza incidere, poi le gare finiscono in questo modo", ma che soprattutto non è andato giù alla dirigenza del Gabbiano, tanto che già domenica le indiscrezioni parlavano di una possibile rivoluzione in panchina, con la posizione dell'ex Samb in forte discussione e il presidente biancoverde a colloquio allo Sheraton di Milano (sede del calciomercato) con l'ex tecnico Giuseppe Scienza.

Detto fatto. Lunedì sera la scarna nota sull'allontanamento di Roselli: "La S.S. Monopoli 1966 comunica di aver sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra il tecnico Giorgio Roselli". Qualche minuto dopo l'ufficializzazione del ritorno di Scienza: "La S.S. Monopoli 1966 comunica di aver affidato l’incarico della guida tecnica della prima squadra al mister Giuseppe Scienza. Il tecnico di Domodossola ha guidato i biancoverdi dal dicembre del 2017 fino al termine della stagione 2018-2019, portando il club allo storico raggiungimento, per 2 anni consecutivi, di Playoff e Coppa Italia Nazionale. Sono 59 le presenza di Scienza sulla panchina del Monopoli, con una media punti di 1,53 a partita e record stabilito, nella s.s. 2017-18, come miglior piazzamento di sempre del Monopoli in terza serie e punti conquistati".

Due giornate sono obiettivamente poche per mettere sulla graticola un allenatore, ma Onofrio Lopez, patron biancoverde, intervenuto in conferenza stampa ha spiegato: "Non è il risultato di Pagani che mi ha portato a prendere questa decisione. Non era il momento di dare alibi a nessuno. Purtroppo si è arrivati a questo punto, qualcosa non andava e abbiamo voluto prendere subito questa decisione, per recuperare immediatamente".

E' anche da sottolineare che il legame tra Scienza e il Gabbiano è sempre stato molto forte nonostante la scorsa estate non fosse stato trovato l'accordo economico per il rinnovo, ma dopo l'addio lo stesso tecnico ebbe comunque a commentare: "Ci siamo lasciati dopo due anni bellissimi, in cui ho lavorato bene e la squadra ha espresso un buon calcio". E così - come canta Venditti e si suole ricordare in questo tipo di occasioni - 'certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano', come Scienza stesso ha dichiarato: "Emotivamente tornare a Monopoli è particolare per me. Mi è sembrato di non essere andato via".