Il fatto della settimana - Nuovo corso Potenza: Caiata cede la società a Macchia

05.06.2022 00:00 di Marco Pieracci Twitter:    vedi letture
Il fatto della settimana - Nuovo corso Potenza: Caiata cede la società a Macchia
TMW/TuttoC.com

Nella conferenza stampa convocata a fine campionato Salvatore Caiata aveva ribadito la volontà, già manifestata più volte durante la stagione, di porre la parola fine alla propria esperienza al timone del Potenza, a cinque anni di distanza dal suo insediamento avvenuto nel luglio 2017. In settimana si è passati dalle chiacchiere ai fatti: martedì l'ormai ex patron del club lucano, ospite di una emittente locale, ha annunciato la chiusura della trattativa per il passaggio della maggioranza delle quote nelle mani del gruppo Macchia S.r.l., con qualche giorno di anticipo rispetto ai tempi previsti. "Credo di essere stato un buon pastore - ha dichiarato Caiata - difendendo il mio gregge nei momenti difficili e facendo un passo indietro nel momento del bisogno. Oggi si è svolta un’altra assemblea dal notaio Zotta per formalizzare alcuni passaggi che precedono il passaggio di proprietà. Una volta che saranno registrati questi passaggi, cederò l’80% delle quote al gruppo Macchia, con il 15% che rimarrà a me e il 5% all’Associazione". 

Poche ore dopo, attraverso il suo profilo social, è arrivata l'investitura ufficiale per il nuovo presidente, Donato Macchia, imprenditore attivo nel settore eolico e nel mondo dell'editoria :"Da oggi il Potenza Calcio Official ha un nuovo grande Presidente: Donato Macchia. Io sono il suo primo tifoso. Sicuro che la sua forza, la sua capacità, la sua visione ci porteranno dove non siamo ancora arrivati. E' stata per me una grande soddisfazione dopo aver preso cinque anni fa una società che aveva solo dei tifosi eccezionali e un bel po' di debiti cederla negli uffici romani della DLA Piper, un colosso mondiale, che ne ha attestato la correttezza gestionale e la grande professionalità del futuro Presidente. Un ringraziamento va a tutti quelli che mi hanno accompagnato in questi cinque anni ma un plauso speciale va a Enzo Summa che con la sua grande capacità professionale ha permesso al potenza di navigare in acque tranquille e di ricevere un plauso da un advisor internazionale. U Putenz e’ semb nu squadrone".

Il deputato di Fratelli d'Italia lascia la squadra nel professionismo riconquistato nel primo anno di gestione, con due quarti di finale playoff raggiunti, due salvezze dirette e un rapporto forte con la piazza. Chiuso un capitolo, ne comincia un altro e le imminenti scadenze di giugno impongono di fare tutti i passi necessari per garantire l'iscrizione al prossimo campionato. Poi ci si concentrerà sullo sviluppo del rinnovato progetto tecnico che passa in primo luogo dalla scelta del direttore sportivo e dell'allenatore ma anche dal potenziamento delle strutture col restyling dello stadio Viviani in cima all'agenda.