IL PROTAGONISTA DELLA SETTIMANA - ADDIO A GIGI SIMONI, L'ALLENATORE GENTILUOMO UNISCE IL MONDO DEL CALCIO

24.05.2020 00:00 di Marco Pieracci   Vedi letture
© foto di Luigi Gasia/TuttoJuveStabia.it
IL PROTAGONISTA DELLA SETTIMANA - ADDIO A GIGI SIMONI, L'ALLENATORE GENTILUOMO UNISCE IL MONDO DEL CALCIO

Gigi Simoni non è stato solo l'allenatore dell'Inter di Ronaldo, trascinata dal Fenomeno alla conquista della Coppa UEFA nel 1998. Quella serata parigina ha rappresentato il punto più alto di una lunghissima carriera, prima da calciatore e poi in panchina con venti squadre guidate. Quattro promozioni dalla B alla A con Genoa e Pisa, l'esperienza in Serie C alla Carrarese poi l'approdo alla Cremonese, dove trascorre quattro stagioni indimenticabili, trampolino di lancio per le piazze di Napoli e Milano. Se ne è andato in punta di piedi, come nel suo stile all'età di 81 anni, dopo mesi di lotta ed il cordoglio da parte del mondo del calcio è stato unanime. Dai club di ogni categoria, passando per le istituzioni o chi semplicemente ha avuto la fortuna di conoscerlo anche solo per un saluto. Tutti hanno manifestato grande dispiacere per la perdita di un uomo speciale. L'allenatore gentiluomo come era stato ribattezzato per i modi pacati ed il senso della misura che lo contraddistingueva, lascia un grande vuoto. La sua scomparsa a 10 anni esatti dal Triplete è uno strano scherzo del destino.

Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, lo ha voluto ricordare con un messaggio: "Cuore e coraggio. Sono le due parole che esprimono quello che ho trovato in Gigi Simoni. Il cuore ce lo metteva sempre e sapeva unire il coraggio nell’affrontare le sfide, prima in campo e poi alla scrivania da dirigente. Il calcio dei valori era la sua base e il suo impegno, quello che lo ha accompagnato per tutta la carriera. Ricordo la sua passione per il calcio e gli occhi che sorridevano quando parlava del pallone. Ha insegnato l’amore per il calcio. A Gigi, uomo di spessore, mi sento di dire grazie per quanto ha dato al calcio".