La longa manus di Luciano Moggi sulla Serie C

06.01.2022 00:25 di Nicolò Schira Twitter:    vedi letture
La longa manus di Luciano Moggi sulla Serie C
TMW/TuttoC.com

Rieccolo. In realtà non se ne era mai andato. Ascoltato e chiamato per consulenze, dritte e anche raccomandazioni in alcuni casi. Luciano Moggi resta uno dei personaggi più influenti e introdotti nel mondo del calcio italiano. Non ufficialmente, ma dietro le quinte tesse ancora trattative e orchestra affari e operazioni. Tanto che c’è la sua longa manus dietro alcune manovre di una società della terza serie. Fioccheranno le smentite, per carità anche se gli incontri e le testimonianze di ciò che raccontiamo sono abbondanti. Che poi, detto tra noi, non ci sarebbe neppure nulla di male. Alla fine ognuno chiede consiglio e aiuto a chi gli pare, anche se dopo la radiazione post Calciopoli la sua figura fa sempre rumore. Tanto pure troppo, come a Como quando aveva dirottato sul Lago con lady Essien alcuni suoi pupilli come Franco Ceravolo e Mark Iuliano. Quella volta non andò benissimo. Stavolta il club in questione è decisamente più solido. Guai ad associare il nome di Moggi a un presidente, eppure in Lega Pro c’è un club che si avvale spesso e volentieri delle dritte o storte (a seconda dei punti di vista...) di quelle che un tempo era soprannominato “Big Luciano”. Dietro a un ribaltone tecnico e dirigenziale delle ultime settimane di una squadra finita sotto i riflettori c’è lo zampino dell’ex direttore generale del Napoli di Maradona e della Juventus dal 1994 al 2006. Il pallone resta nei pensieri di Lucianone: ecco perché - anche se ufficialmente è fuori dal mondo del pallone - Moggi è ancora operativo. Tanti i suoi figliocci e cavallini che gravitano a ogni latitudine. Qualcuno è già tornato in azione con la sua benedizione. Proprio in Serie C, dove si sussurra - in una società non si prendano decisioni definitive senza aver avuto il placet moggiano. Attenzione - badate bene - non è una specialità della casa Made in terza serie: c'è pure un'altra squadra, stavolta militante al piano di sopra in B - che pende dalle labbra di Lucianone. Tra l'altro - che casualità - queste due formazioni sono accomunate dagli stessi colori sociali. Va beh dai, vi abbiamo detto troppo. Impossibile non indovinare di chi si tratta. Praticamente scontato come trovare dei dolcetti o del carbone (a seconda di come vi siete comportati...) nella calza della Befana. Buona Epifania...