MONACO, CHE MONACO? IRONIA E CONTESTAZIONE, NON TESTE DI MAIALE: LA C SI STRINGA ATTORNO A PIETRO LO MONACO

Nasce a Bari il 23.02.1988 e di lì in poi vaga. Laurea in giurisprudenza, titolo di avvocato e dottorato di ricerca: tutto nel cassetto, per scrivere di calcio. Su TuttoMercatoWeb.com
12.12.2018 00:00 di Ivan Cardia  articolo letto 1475 volte
MONACO, CHE MONACO? IRONIA E CONTESTAZIONE, NON TESTE DI MAIALE: LA C SI STRINGA ATTORNO A PIETRO LO MONACO

Monaco, che Monaco? Pietro Lo Monaco, all'italiano medio appassionato di calcio sta simpatico da quel siparietto a distanza con José Mourinho. Poi lo incontri ed è gentile, disponibile. Della simpatia e della disponibilità, giustamente, al tifoso del Catania interessa davvero ben poco. Deve valutare altre cose. Su tutte, il rendimento della squadra in campionato. Dopo un buon avvio, non così ottimale per il Catania. Mentre la Juve Stabia sfreccia in avanti, gli etnei sono un po' impantanati. 

Un rallentamento che giustifica una contestazione, ci mancherebbe. Non una testa di maiale. A costo di scadere nella retorica, è del tutto inaccettabile che succeda una cosa del genere. E qualcuno deve aprire gli occhi. Su chi gira attorno alla squadra, su quello che è successo questa estate. A prescindere dall'assurdità delle decisioni prese da chi di dovere quest'estate, la festa per la promozione è stata eccessiva, la convinzione di aver già vinto il campionato non può fare bene all'ambiente e alla squadra. C'è da fare i conti con ciò che è successo, non con ciò che sarebbe potuto succedere. Ancora una volta, non c'è da mandare teste di maiale. 

Da queste parti abbiamo affrontato il tema degli striscioni e trattato quello degli ultras. Non tutto il marcio del calcio è dal lato dei tifosi, lo abbiamo raccontato. Però ci sono parti malate. Ecco perché, a costo di scadere nella retorica, oggi non si può che stringersi attorno al Catania e a Pietro Lo Monaco. Che lo faccia tutto il calcio di Serie C. Che si inizino a stemperare i toni. Stiamo parlando di calcio, dovremmo ricordarcelo sempre.