Sarà un gennaio bollente. Operazione restyling per Monopoli ed Imolese. Avellino scatenato, altri due colpi per sognare

Nato (orgogliosamente) a Salerno nell'anno in cui l'OM vinse la Champions League. Vivo di Calcio(Mercato)
09.01.2021 00:15 di Nunzio Danilo Ferraioli Twitter:    Vedi letture
Nunzio Danilo Ferraioli
Nunzio Danilo Ferraioli
© foto di TC

E' tornato il calciomercato e sono contento. Ok, non è il miglior modo per iniziare questo editoriale, ma il sottoscritto è veramente felice in questo periodo dell'anno.
Perchè la sessione invernale per certi versi è ancora più divertente di quella estiva. Per i vari club sarà un mese per provare a ritoccare i vari roster; per il sottoscritto un mese a rincorrere indiscrezioni e notizie con telefonate e tanti (troppi) messaggi whatsapp (ma nessun copia incolla eh, ndr).
Ma bando alle ciance, anche perché chi se ne frega di cosa farò in questo mese di gennaio, e pensiamo un po' a questa sessione di calciomercato.

Fari puntati sui club che si stanno muovendo tanto in questi primissimi giorni, uno ad esempio, il Monopoli.
I cinque punti di distacco dalla zona play-off, ma soprattutto i quattro punti di vantaggio sulla zona play-out non sono di certo il miglior viatico dopo le ultime annate a dir poco straordinarie.
In riva all'Adriatico sono già sbarcati: Riggio, Currarino e Soleri, ma le sorprese non sono finite qui. Tra i pali può arrivare uno tra Roberto Taliento, attualmente svincolato e Vitali dalla Ternana, in mediana si sognano Cittadino e Ricci, mentre in avanti il primo nome in lizza è Cristian Bunino, ma attenzione alle possibili sorprese da sviluppare nell'ultima decade del mese. Anche perchè proprio tra le file degli attaccanti sia Santoro che Montero potrebbero salutare il Gabbiano (il primo piace al Casarano, il secondo al Legnago).

Un altro club decisamente sul pezzo è l'Imolese. Gli arrivi di Bentivegna e Piovanello sono un bel segnale per l'intero ambiente, così come il possibile arrivo di Corsinelli direttamente dal Bari. Innesti di spessore per una salvezza (diretta) distante ad ora sei punti. Ma se il buongiorno si vede dal mattino..

Chiosa finale dedicata ad un club che farà di tutto per risalire in graduatoria, e provare a ridurre il distacco abnorme dalla capolista Ternana (tredici i punti di differenza, ndr).
Parliamo dell'Avellino che ha intenzione di regalare a Piero Braglia almeno cinque innesti di assoluto valore.
Ufficializzati Carriero e Baraye, in attesa di definire gli ultimi dettagli per Illanes, il club biancoverde lavora per portare in Irpinia un difensore d'esperienza, che funga da jolly, e un fantasista.
Per il reparto arretrato si seguono D'Ambrosio della Sambenedettese, ma anche e soprattutto Riccardo Idda del Cosenza. Quest'ultimo profilo, rispuntato proprio nelle ultimissime ore, sarebbe in cima alla lista dei desideri del tecnico toscano dopo l'esperienza condivisa proprio ai piedi della Sila.
Nel ruolo di fantasista, nonostante le smentite di rito, si continuano a seguire Vincenzo Sarno della Triestina, Andrea Di Grazia del Pescara e Nicola Bellomo della Reggina.
Il presidente D'Agostino non lascerà nulla d'intentato; l'assalto alla Serie B può arrivare anche dai play-off ed è per questo che i lupi proveranno a recitare un ruolo da protagonisti durante questo mese di gennaio.

Allacciate le cinture; ne vedremo delle belle. Anzi delle “bellissime”.