INTERVISTA TC - Dg Arezzo: "Noi nel Girone B: atto dovuto della Lega"

16.09.2020 20:30 di Raffaella Bon   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
INTERVISTA TC - Dg Arezzo: "Noi nel Girone B: atto dovuto della Lega"

Ai microfoni di TuttoC.com è intervenuto Riccardo Fabbro, nuovo direttore generale dell'Arezzo, che ha commentato la composizione dei gironi e dei calendari oltre alle liste da 22 che hanno destato numerose polemiche.

Alla fine Arezzo dirottato nel Girone B.
"Oggi abbiamo fatto un incontro con il presidente della Lega e semplicemente abbiamo visto come vengono divise. E' un atto dovuto da parte delle Lega, se fosse retrocesso il Pescara invece saremmo stati dirottati nel Girone A".

Cosa pensa del calendario?
"Mi dispiace che nella seconda gara abbiamo il Perugia perché avremmo lo stadio vuoto nella partita più sentita. E' un girone che ci permette di fare 4000 chilometri in meno rispetto al Girone A. Per tante gare non superiamo le due ore di macchina, se gli stadi sono pieni sarà una cosa importante anche economicamente".

Delle dichiarazioni invece dell'AIC?
"Non spetta a me giudicare. Noi metteremo tutto a disposizione dei calciatori per scendere in campo alla prima di campionato, poi spetterà a loro".

Ultima cosa riguardo la liste a 22. Favorevoli?
"L'Italia affronta i Mondiali con 23 calciatori quindi questa lista è sufficiente. Poi non sono stati impiegati più di 21 calciatori per più di tre gare consecutive e ho appreso che in caso di infortunio quello può essere sostituito da un fuori rosa".