INTERVISTA TC - DS Modena: "La strada è quella giusta, siamo uniti e compatti"

09.11.2021 18:00 di Antonino Sergi   vedi letture
INTERVISTA TC - DS Modena: "La strada è quella giusta, siamo uniti e compatti"
TMW/TuttoC.com

Cinque vittorie consecutive, il Modena costruito per vincere è la squadra più in forma in quest'ultimo mese nel Girone B di Serie C ed insegue a quattro lunghezze di distanza la capolista Reggiana. Ai microfoni di TuttoC.com è intervenuto il direttore sportivo dei canarini Davide Vaira per fare un punto su questa prima parte di campionato.

Direttore forse serviva un po' di tempo ad un gruppo completamente nuovo per cominciare a vincere.
"E' servito un periodo di adattamento e conoscenza, eravamo tutti nuovi partendo dalla dirigenza e dallo staff tecnico con soli sei ragazzi della scorsa stagione. E' chiaro che l'arrivo di questa società, di questo allenatore e di questi giocatori con qualche risultato non all'altezza avevano fatto un po' storcere il naso ma posso assicurare che siamo sempre stati molto uniti e compatti. La strada è quella giusta, ora siamo confortati dai risultati ma non cambia tanto rispetto all'inizio. Lavoriamo a testa bassa con grande umiltà"

E' cambiato qualcosa dopo la sconfitta con il Montevarchi?
"Adesso c'è più consapevolezza della nostra forza. Ovvio che il Modena che perde a Montevarchi fa rumore, a tutti è dispiaciuto perdere ma la squadra ha sempre lavorato bene impegnandosi al massimo durante la settimana. Come ho detto adesso siamo consapevoli della nostra forza, chi ci ha affronta sa che dovrà giocare contro una squadra forte".

Poco fortunati anche in questo periodo, l'ultima a Siena senza praticamente un attaccante di ruolo.
"Siamo sfortunati, ci sono capitati gli infortuni e sembra che la sfortuna ci vede bene. Era già successo all'inizio per la retroguardia, ora ultimamente è successa una cosa che non succede mai ovvero di non aver nessun attaccante disponibile. Marotta ha avuto un problema ad un dito, Minesso ha preso una squalifica evitabile, Bonfanti aveva avuto un problema di poco conto però a me non piacciono gli alibi. Tutti sono importanti, nessuno è indispensabile e conto tanto sulla forza del gruppo. Noi abbiamo la forza per sopportare anche questo tipo di assenze".

Si aspetta un girone ed un campionato così difficile ed equilibrato?
"Si me lo aspettavo, un campionato difficile perché oltre alle tre retrocesse ci siamo noi, il Cesena, il Siena, la Carrarese, l'Ancona e c'era anche la Viterbese anche se sta andando male ma hanno fatto un mercato importante. E' un campionato molto complicato, ogni gara nasconde un'insidia. E' anche la bellezza di questo girone".

Adesso la Vis Pesaro che arriva dalla sconfitta contro la Reggiana.
"Ha fatto una buona gara, non dobbiamo fermarci al risultato perché la Vis Pesaro ha fatto un'ottima partita. Conosco molto bene il loro allenatore che è molto preparato, hanno una fase difensiva molto attenta. Domenica sarà sicuramente una partita complicata per noi, affrontiamo una squadra di categoria e una partita che nasconde tantissime insidie".

Manca sempre meno a gennaio, sta pensando a qualche rinforzo?
"Siamo totalmente concentrati sulla Vis Pesaro, ovviamente chi fa il mio mestiere deve rimanere sempre aggiornato però in questo momento non pensiamo al mercato. La partita di domenica è fondamentale".