INTERVISTA TC - DS Teramo: "Paci è un predestinato, farà strada"

07.09.2020 16:30 di Gianmarco Minossi   Vedi letture
© foto di Uff. Stampa Teramo
INTERVISTA TC - DS Teramo: "Paci è un predestinato, farà strada"

Il direttore sportivo del Teramo, Sandro Federico, è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com per presentare la prossima stagione.

Qual è il suo giudizio sulla preparazione che la squadra sta affrontando?

“Procediamo un passo alla volta, mister Paci sta dando delle indicazioni ben precise e la squadra si è subito messa a disposizione. Sono passate due settimane dall’inizio del ritiro e continuiamo a lavorare, abbiamo anche fatto delle amichevoli importanti e i miglioramenti si vedono ogni giorno”.

A proposito di mister Paci, quali sono le prime impressioni su di lui e sul lavoro che sta svolgendo finora?

“Sono ottime. Massimo è secondo me un predestinato, perché ha tutte le caratteristiche di un allenatore moderno: aperto, disponibile, lavoratore e con grande umiltà, ha le idee chiare e sa dove vuole arrivare. Rivedo in lui la carriera fatta da De Zerbi, Italiano e Dionisi, è dotato di grande temperamento, quindi è sicuramente sulla strada giusta”.

Come ha visto la squadra in queste uscite contro Napoli e Roma primavera e quali indicazioni vi portate dietro dopo queste due amichevoli?

“Si sta lavorando su un sistema difensivo diverso, quindi ci sarà bisogno di tempo. Abbiamo commesso qualche errore dovuto anche al sovraccarico di lavoro. Dobbiamo eliminare questi errori e lavorare su un’idea difensiva differente rispetto al passato, ma siamo convinti di arrivare pronti per la prima di campionato”.

La squadra secondo lei è ancora migliorabile o è soddisfatto del gruppo che avete a disposizione?

“Manca un mese alla fine del mercato e abbiamo tante richieste per i nostri calciatori, sia giovani che esperti. Al 5 di ottobre, in base a come si evolverà il mercato, capiremo bene quali possono essere le nostre potenzialità”.

Qual è l’obiettivo dichiarato per il prossimo campionato?

“Quest’anno dopo il Covid un po’ tutte le società sono attente al bilancio: questo non vuol dire che la squadra venga indebolita, ma bisogna fare massima attenzione e capire bene come abbassare il monte ingaggi e come poter vendere al meglio i nostri giovani. In base a queste operazioni tra un mese capiremo meglio quali sono le nostre ambizioni. Ora siamo concentrati a migliorare ogni aspetto, poi vedremo cosa verrà fuori”.