INTERVISTA TC - DS Vibonese: "Prima la salvezza, poi il resto"

14.01.2020 18:00 di Giacomo Principato   Vedi letture
INTERVISTA TC - DS Vibonese: "Prima la salvezza, poi il resto"

Prosegue la marcia verso la salvezza della Vibonese che nel Girone C naviga in acque tranquille, forte anche di una striscia di risultati utili consecutivi che dura ormai da cinque incontri. Intervistato in esclusiva da TuttoC.com, il direttore sportivo Simone Lo Schiavo ha fatto il punto della situazione in casa rossoblu tra campo e mercato.

Come più volte ribadito l'obiettivo principale resta la salvezza, avete però fatto un pensiero ai playoff?

Il campionato è ancora lungo, ci sono 18 battaglie che ci aspettano. La classifica è molto corta, basta poco per ritrovarsi in alto o in basso. Ad Avellino abbiamo iniziato l'anno nel modo giusto, non era facile uscire con un punto da un campo ostico come il loro: la nostra è stata una prova di forza. In casa venivano da quattro successi consecutivi, abbiano affrontato una squadra in salute nonostante l'assenza di sei giocatori. Pensiamo a raggiungere la quota salvezza il prima possibile, per me a 42 punti, poi potremmo pensare al divertirci”.

Siete al quarto pareggio consecutivo, si può iniziare a parlare di “pareggite”?

I dati dicono questo, però due di questi risultati sono arrivati giocando in dieci con Catanzaro e Bisceglie: punti d'oro. Contro i pugliesi eravamo pure riusciti a passare in vantaggio con uomo in meno, mentre con il Catanzaro non abbiamo rischiato quasi nulla sebbene in inferiorità dalla metà del primo tempo. Siamo contenti del nostro andamento. Sono quattro pareggi di valore, adesso bisogna però tornare alla vittoria”.

Nel prossimo turno ci sarà lo scontro salvezza con la Cavese.

E' reduce da un ottimo momento di forma, stanno bene. Sarà una partita difficile, ma scenderemo in campo per i tre punti. Solo con le vittorie si può avere maggior tranquillità in classifica”.

Cercate un difensore centrale. Quali caratteristiche deve avere?

Deve essere un under. Siamo alla ricerca di giovani da valorizzare all'interno della nostra rosa e del nostro progetto”.

Ci saranno altre mosse?

Siamo vigili e attenti a tutte le situazioni che verranno fuori. Il mercato è ancora lungo, valuteremo le opportunità che si presenteranno”.

In tal senso avete preso Militano, classe 2001, dalla Palmese.

Un colpo in prospettiva. Seguiamo molto la Serie D e, più in generale, le categorie inferiori. Per esempio questa estate sono arrivati giocatori come Bernardotto, Prezzabile e Napolitano dai dilettanti. Una società come la Vibonese deve giocare con qualche mese di anticipo, non possiamo permetterci di partecipare ad aste per i calciatori. Tentiamo di anticipare la concorrenza con lo scouting, capeggiato da Domenico Roma, e una rete di osservatori in tutta Italia che ci relazione ogni settimana sui giovani più interessanti”.