INTERVISTA TC - Gubbio, Lakti: "Ripresa? Parlarne adesso è prematuro"

04.04.2020 12:30 di Giacomo Principato   Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
INTERVISTA TC - Gubbio, Lakti: "Ripresa? Parlarne adesso è prematuro"

Idee chiare e tanta consapevolezza, in un momento in cui c'è penuria sia dell'une che dell'altre. Erald Lakti, centrocampista del Gubbio, intervistato da TuttoC.com inquadra la situazione di una stagione, per lui quella d'esordio tra i professionisti, sempre più a rischio: “Parlare di ripresa in questo periodo è un po' prematuro - ci dice il classe 2000 -, al momento c’è solo da aspettare che la situazione migliori. A decidere saranno poi gli organi predisposti, non noi”.

C’è chi ipotizza una ripresa in estate, con partite ogni tre giorni. Voi giocatori come la pensate?

Lo ripeto, non dipende da noi. Se però vi fosse la possibilità di tornare a giocare… perché no?”.

In caso di sospensione dei campionati, il Gubbio sarebbe salvo.

Nel caso saremo contenti per aver raggiunto l’obiettivo”.

La paragonano a Gattuso, però quest’anno ha iniziato la stagione da terzino destro. È un ruolo nuovo?

Ci avevo già giocato qualche partita a livello giovanile, in Primavera mi è capitato di prendere il posto di un espulso o di qualcuno assente”.

Si è fatto trovare pronto, dunque. Con Torrente è stato invece impiegato da mezzala nel 3-5-2, in una zona del campo a lei più familiare.

Durante tutta la settimana mi allenavo come terzino, in maniera tale da farmi trovare pronto per la partita. Sì, con Torrente sono tornato al mio ruolo in mezzo al campo”.

Dal subentro in panchina di Torrente la squadra ha acquisito una fisionomia diversa. Con lui siete più sicuri dei vostri mezzi?

Abbiamo cambiato approccio e modo di giocare, con lui siamo concreti e abbiamo più fiducia

Arriva in Umbria dalla Primavera della Fiorentina, di cui è stato capitano. Viste le sue prestazioni, possiamo dire che non ha accusato il salto nel calcio dei “grandi”.

Sinceramente non me l’aspettavo nemmeno io, anche perché si ragiona in modo diverso rispetto alle giovanili. Qui i punti contano tantissimo e il lavoro è incentrato sul minimo dettaglio”.

È nel giro delle nazionali giovanili albanesi, aspetta la chiamata dell’Under 21?

Spero arrivi il prima possibile, sarebbe bellissimo”.

E quella della Fiorentina? Il desiderio è quello di vivere un nuovo ritiro con la prima squadra?

Sono già stato in ritiro con la prima squadra lo scorso anno, poi sono stato mandato in prestito al Gubbio per fare la prima esperienza tra i professionisti. Spero di giocarmi le mie carte in ritiro anche quest’estate, dopodiché vedremo come proseguire”.