INTERVISTA TC - Mori: "Triestina, il problema è la fragilità"

24.01.2020 17:30 di Raffaella Bon   Vedi letture
INTERVISTA TC - Mori: "Triestina, il problema è la fragilità"

Daniele Mori, difensore attualmente svincolato, ha parlato in esclusiva per i microfoni di TuttoC.com del momento di tre delle sue ex squadre: Triestina, Novara e Sambenedettese. Questo il suo pensiero:

Che ne pensi del momento negativo della Triestina?

Mi dispiace vederla lottare per l'ultimo posto a disposizione per i playoff. È una società importante, seria e che sta crescendo a vista d'occhio: meriterebbe molto di più. Il direttore Mauro Milanese ha preso un grande giocatore d'esperienza come Lodi che può fare bene in campo e fuori, però la Triestina continua a zoppicare. Il mercato è stato fatto, il problema è nella fragilità della squadra. C'è da risolvere le cose interne, testa e atteggiamento. Non è possibile che una squadra come la loro si ritrovi in questa situazione”.

A Novara c'è stato un cambio di proprietà, con la nuova società già al lavoro sul mercato.

Una società nuova per la quale ci vorrà del tempo. Il mercato rappresenta lo spessore del presidente e degli addetti ai lavori. Sono sicuro faranno un ottimo campionato. A parte Gonzalez e Buzzegoli non hanno molti leader e giocatori di categoria, un rinforzo del genere potrebbe servire”.

Franco Fedeli, patron della Sambenedettese, ha recentemente esternato la propria soddisfazione verso la squadra con alcune dichiarazioni che hanno fatto discutere.

“In ambito sportivo e lavorativo parlare male dei propri giocatori o dell'ambiente penso sia controproducente. Si crea una pessima atmosfera, non ne vale la pena. Fedeli è una persona molto particolare, che non tiene dentro le sue idee. Non condivido il suo pensiero, conosco i giocatori della Sambenedettese: stanno facendo bene e sono ottimi professionisti. Un calo nelle prestazioni ci può essere per tutti, succede anche all'Inter in Serie A”.