INTERVISTA TC - Ndrecka: "Teramo una scelta che rifarei mille volte"

09.12.2021 13:30 di Dario Lo Cascio Twitter:    vedi letture
INTERVISTA TC - Ndrecka: "Teramo una scelta che rifarei mille volte"
TMW/TuttoC.com

Il Teramo, dopo il KO con la Carrarese, ha subito rialzato la testa con una prova di forza: un netto 0-3 al Pontedera. I biancorossi vogliono invertire il trend e dare continuità ai propri risultati per risalire la classifica. Ne abbiamo discusso con il giovane terzino Angelo Ndrecka, intervenuto in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com

Siete reduci dal bel successo di Pontedera, una vittoria che ci voleva dopo la brutta sconfitta di Carrara.
"Sì, quella di domenica è stata una bellissima vittoria, arrivata grazie al carattere che abbiamo messo in campo. Il nostro atteggiamento deve essere quello. Se andiamo a vedere anche il secondo tempo di Carrara, lì eravamo disuniti. Invece se scendiamo in campo come abbiamo fatto a Pontedera, uniti in un unico obiettivo, con la nostra mentalità che ci deve contraddistinguere, possiamo toglierci delle belle soddisfazioni".

Un risultato che dimostra la vostra competitività, che aria si respira nello spogliatoio dopo questa vittoria?
"Chiaramente quando si vince è normale che il clima è più sereno, si lavora meglio, c'è più armonia. Dopo la sconfitta di Carrara eravamo arrabbiati e delusi. Siamo venuti fuori alla grande".

Per te la prima stagione tra i professionisti, come ti stai trovando in biancorosso?
"Teramo è una scelta che rifarei mille volte. Ho trovato delle persone fantastiche, non solo come professionisti ma anche e soprattutto a livello umano. Sono entrato nel gruppo senza alcun tipo di problema e andando avanti mi trovo sempre meglio. Sono davvero contento della mia decisione".

Soprattutto nelle ultime giornate stai trovando anche più spazio.
"Questo come detto è il mio primo anno, quindi ci sta anche non giocare. Io mi alleno sempre al 100%, do sempre il massimo e quando il mister ritiene opportuno, mi faccio trovare sempre pronto".

In molti dicono che il B sia il girone più difficile. Quale squadra ti ha impressionato di più?
"È un girone molto molto competitivo, basti vedere che ci sono Modena, Siena o la Reggiana, con la quale dobbiamo ancora giocare. Non è un girone facile. Per come gioca, la squadra che mi ha più impressionato è il Pescara, nonostante in due partite una l'abbiamo pareggiata e l'altra vinta noi".

A chi ti ispiri come giocatore e all'interno del Teramo c'è qualcuno al quale stai provando a rubare qualche trucco del mestiere?
"Per caratteristiche guardo calciatori come Jordi Alba o Marcelo. Prendo spunto da loro perché gli somiglio come caratteristiche, pur ovviamente con i dovuti distinguo. Per quanto riguarda gli esempi all'interno del Teramo, guardo molto capitan Arrigoni o Mungo, insomma i più esperti. Giocatori che hanno tantissime partite dai professionisti, tento di carpire la loro mentalità, il loro modo di allenarsi".

Domenica sfidate al "Bonolis" l'Ancona-Matelica, che gara ti aspetti?
"Sicuramente sarà difficilissima. L'Ancona-Matelica viene dal successo all'ultimo respiro con il Siena, saranno carichi e vorranno fare punti. Ma anche noi veniamo da una vittoria. Punteremo a mettere in campo quello che ci chiede il mister, la nostra mentalità per fare la prestazione. Il risultato sarà una conseguenza".