INTERVISTA TC - Teramo, Ilari: "Playoff, vogliamo arrivare il più lontano possibile"

28.04.2021 18:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
INTERVISTA TC - Teramo, Ilari: "Playoff, vogliamo arrivare il più lontano possibile"
TMW/TuttoC.com
© foto di Carlo Giacomazza/CGP Photo Agency

L'obiettivo playoff è stato raggiunto e ora il Teramo si prepara all'ultima sfida di regular season prima di fiondarsi sugli spareggi promozione. Abbiamo fatto il punto in casa biancorossa con Carlo Ilari, centrocampista della squadra abruzzese, intervenuto in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com

Ad Avellino un buon pareggio, sicuramente un ottimo risultato contro una delle migliori squadre del torneo.
"Io ero squalificato ma i ragazzi hanno fatto una grande partita. Non era scontato fare punti al "Partenio" ed è stato un bel segnale anche per i tanti giovani che hanno giocato. A dimostrazione che il gruppo è forte, coeso, e anche i più giovani riescono a esprimersi al meglio. È stata davvero una buona partita per noi". 

Ora l'ultimo ostacolo per puntare al 7° posto, con un occhio ovviamente ai risultati delle altre. Che match ti aspetti con la Viterbese?
"Mi aspetto un match difficile perché tutte le squadre tengono a ben figurare all'ultima giornata. Punteremo ovviamente ai tre punti perché chiudere con un successo in casa sarebbe molto importante in ottica playoff. Cercheremo di fare del nostro meglio. Sappiamo che per la posizione non dipende solo da noi, ma intanto pensiamo a fare tre punti e poi quello che sarà lo affronteremo in ogni posizione che il campo dirà. Se dovremo andare a giocare fuori casa, proveremo a vincere". 

I playoff sono un torneo a sé, la concorrenza sarà tanta ma nelle gare secche il calcio insegna non ci sono pronostici, a cosa puntate?
"È veramente un campionato a parte, ci teniamo ad arrivarci nel migliore dei modi, a giocarci le nostre possibilità al meglio. Sappiamo sarà difficilissimo, giocare eventualmente il primo turno fuoricasa è complicato, noi lo sappiamo bene perché l'anno scorso siamo stati eliminati con uno 0-0. Però cercheremo come ho detto di fare del nostro meglio, con l'augurio che i nostri playoff durino il più a lungo possibile". 

Un dato curioso del Teramo è che i goleador sono di fatto tutti centrocampisti o comunque non prime punte: tu e Costa Ferreira avete segnato 6 gol, Bombagi 8, a dimostrazione che il vostro è un gioco corale.
"È proprio così, facciamo un calcio che si basa molto sugli inserimenti, sul gioco sulle fasce. Tante volte è proprio il centravanti che con uno scarico o con un uno-due, mette in condizione esterni e centrocampisti di andare alla conclusione. Fa parte del nostro gioco ed è un nostro punto di forza". 

Massimo Paci è stato tra le rivelazioni del torneo, che allenatore è e come ti sei trovato a lavorare con lui?
"Sicuramente mi sono trovato molto bene. Tra l'altro quest'anno mi ha impiegato da esterno destro, un ruolo che avevo fatto solo occasionalmente. Con lui mi sono trovato bene sia dal punto di vista personale, perché è una persona schietta, e tecnicamente è preparatissimo. A mio avviso è un allenatore che farà strada".

Qual è stato il punto di forza della squadra e dove invece potevate fare meglio quest'anno?
"Il nostro punto di forza sicuramente, sin dall'inizio, è stata l'aggressività e la voglia di imporre il nostro gioco attraverso una pressione costante e forte per tutta la gara. Poi durante l'anno abbiamo incontrato delle difficoltà dal punto di vista fisico e commesso qualche passo falso che ha un po' compromesso il nostro cammino. Questi momenti no, dai quali abbiamo fatto una certa fatica a riprenderci, sono stati i nostri punti deboli". 

Il presidente Iachini ha dichiarato che il suo obiettivo è portare il Teramo in Serie B.
"Un traguardo che mi auguro, come mi auguro di essere parte di questa società quando verrà raggiunto. Perché questo è un club solido, che non fa mai mancare nulla, i presupposti per fare un campionato di vertice ci sono. Anche la tifoseria è molto calda, anche se quest'anno purtroppo non abbiamo avuto la possibilità di sentirli accanto a noi. È chiaro che non è semplice perché la concorrenza è tanta, soprattutto nel Girone C, dove ci sono degli squadroni. Ma gli ingredienti ci sono tutti". 

È presto per parlare del futuro ma stai concludendo il tuo secondo ottimo anno Teramo, nel prossimo torneo ti vedi ancora in biancorosso?
"Me lo auguro, sto cercando di fare del mio meglio affinché si possa continuare insieme. Chiaro che valuteremo tutto a fine playoff, quando le partite saranno finite e ci sarà tempo e modo di discuterne. Al momento siamo tutti concentrati sulle gare che ci mancano, sperando che siano tante".