Playoff 1^ Divisione, pari e botte fra Pisa e Frosinone

PISA-FROSINONE 0-0
18.05.2014 22:35 di Marco Pieracci  articolo letto 4811 volte
Playoff 1^ Divisione, pari e botte fra Pisa e Frosinone

Va in archivio senza vinti né vincitori il primo atto della semifinale playoff fra Pisa e Frosinone. Le due squadre hanno dato vita a una gara ruvida, sconsigliata ai palati fini, dove i falli hanno superato per distacco le occasioni da rete. I padroni di casa giocano una partita generosa, ma non riescono a far breccia nel muro invalicabile eretto dai ciociari, che con mestiere e cattiveria agonistica strappano un risultato prezioso in vista della decisiva gara di ritorno, in programma fra sette giorni nel fortino del Matusa.

LA PARTITA

Pisa con la sorpresa Mingazzini, preferito a Sampietro, e Mannini nel tridente al posto dell'acciaccato dell'ultima ora Giovinco. Negli ospiti non ce la fa Russo, sostituito da Biasi, mentre Crivello, non al meglio, stringe i denti. Buona partenza dei nerazzurri che provano ad alzare subito il ritmo, aggrappandosi alle accelerazioni di un ispirato Napoli. Al 7' Sabato pesca con un lancio millimetrico Mannini, ma il pallonetto dell'esterno nerazzurro fa il solletico a Zappino. Sin dalle prima battute il Frosinone fa valere la sua esperienza, spezzando sul nascere ogni tentativo di manovra della squadra di Menichini. Al 19' un brivido percorre la schiena dei tifosi di casa: Ciofani sfrutta il fisico per eludere la marcatura di Goldaniga e scarica un missile che dà l'illusione del gol. Il Pisa prova a rispondere con una bella azione innescata da Arma, ma il traversone teso di Mannini non trova compagni pronti alla deviazione vincente. Al 31' il Frosinone bussa di nuovo con una sortita offensiva di Blanchard, che manda alto di poco. Poi ci prova anche l'austriaco Gucher, che costringe Provedel a rifugiarsi in corner. L'ultimo sussulto della prima frazione di gioco è per un calcio di punizione da buona posizione di Napoli, alto sopra la traversa. Nella ripresa il canovaccio non cambia: il Pisa prova a fare la partita, ma la manovra di Favasuli e compagni sembra non avere sbocchi, contro un Frosinone quadrato che concede pochissimi spazi e punge con ripartenze velenose. Al 52' è Arma a scaldare i guanti di un attento Zappino. Gli ospiti replicano con il tap-in fuori misura di Curiale e il bel diagonale di Paganini, a lato di poco. Poi il cronometro scorre veloce senza particolari emozioni: il più vivace fra i nerazzurri è sempre Napoli, che prima prova la botta da fuori area e poi serve Mannini, che da posizione decentrata non riesce a centrare lo specchio della porta. Poi più niente. I giallazzurri contengono senza affanni le ultime sfuriate del Pisa. L'equilibrio non si spezza: la qualificazione alla finale sarà decisa nei prossimi incadescenti 90'.

PISA-FROSINONE 0-0

PISA (4-3-3): Provedel; Pellegrini, Rozzio (73' Kosnic), Goldaniga, Sabato; Parfait, Mingazzini (69' Sampietro), Favasuli; Mannini, Arma (90' Forte), Napoli. A disp. Pugliesi, Cia, Giovinco. All. Menichini

FROSINONE (4-4-2): Zappino; M. Ciofani, Biasi, Blanchard, Crivello; Paganini, Gucher, Gori (68' Gessa), Frara; D. Ciofani, Curiale (84' Carlini). A disp. Mangiapelo, Bertoncini, Carrus, Soddimo, Viola. All. Stellone

ARBITRO: Ripa di Nocera Inferiore (Maspero-Sgheiz)

NOTE: Ammoniti: Sabato (P), Arma (P), Gucher (Frosinone), Crivello (F), Sampietro (P). Angoli: 10-3. Recupero: 0' pt / 5' st. Spettatori: 7700 circa.