Superlega, ecco gli ex Lega Pro che potrebbero giocarci

19.04.2021 22:30 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
Stefano Sensi
TMW/TuttoC.com
Stefano Sensi
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Si farà o non si farà? È la grande domanda di queste ore in merito alla Superlega, la nuova competizione che parte dei top club europei è pronta a disputare. Fra le dodici squadre coinvolte ve ne sono anche tre italiane: Juventus, Milan e Inter. Nelle loro rose anche un pezzo di Serie C che potrebbe, quindi, far parte della nuova, e chiacchieratissima, élite europea.

Tra i bianconeri vi è Gianluca Frabotta che ha vissuto la Lega Pro recentemente: dal 2018 al 2020, infatti, ha vestito in C le maglie di Renate, Pordenone e, ovviamente, Juventus U23. Da quest'ultimo team potrebbero trovare spazio nei prossimi anni altri giovani (come Fagioli ma non solo). Ma anche tra i vecchietti c'è uno che la Serie C l'ha vissuta. Giorgio Chiellini, infatti, ha iniziato la propria carriera nell'allora C1, con otto presenze in due stagioni a Livorno, compresa una promozione in Serie B tra il 2000 e il 2002.

Passando ai nerazzurri, spicca Stefano Sensi, due anni in C col San Marino fra il 2013 e il 2015, con una retrocessione ma anche con 10 gol in due annate. In scadenza di contratto, senza sapere ad oggi se vi sarà il rinnovo, troviamo Danilo D'Ambrosio (al Potenza e alla Juve Stabia in C fra il 2008 e il 2010 con una retrocessione dalla 1^ alla 2^ Divisione), Daniele Padelli (al Pizzighettone in C1 nel 2005-06) e Andrea Ranocchia (all'Arezzo, in C1, nel 2007-08).

Tra i rossoneri occhio a Matteo Gabbia, prestato dai rossoneri alla Lucchese giusto due campionati fa con una salvezza da protagonista raggiunta ai playout.

Guardando all'estero, occhio a Jorginho, centrocampista del Chelsea, che nel 2010 giocò nell'allora 2^ Divisione alla Sambonifacese. In chiusura anche uno "straniero" che la C non l'ha giocata ma che un attuale team di C lo conosce bene: parliamo di Bruno Fernandes, stella del Manchester United con un passato al Novara. Il portoghese, però, ha già espresso tutta la sua contrarietà alla Superlega. Comunque vada, ne vedremo delle belle.