Ds Padova: "Non saremo squadra da battere. Giovedì il nuovo mister"

27.06.2022 11:30 di Valeria Debbia Twitter:    vedi letture
Massimiliano Mirabelli
TMW/TuttoC.com
Massimiliano Mirabelli

Massimiliano Mirabelli, direttore sportivo del Padova, è intervenuto quest'oggi in conferenza stampa per parlare del futuro biancoscudato: "Con Oddo ci siamo lasciati benissimo, non è stata una problematica legata al suo contratto. Potevamo trovare mille soluzioni, non era quello il problema. Il Padova si è posto sempre ad essere la squadra da battere, ma oggi non possiamo permettercelo. Abbiamo ragionato con Oddo su questo. Dobbiamo voltare pagina e guardare avanti: ci attende un cammino non facilissimo ma dobbiamo ricordarci che siamo il Padova. Ci sono pochi dirigenti che mettono i soldi che mette Joseph (Oughourlian, ndr) nel Padova. Una squadra costruita per vincere ha contratti pluriennali quindi io ora mi ritroverò una piccola difficoltà, ma questo è il mio lavoro e lo farò al meglio. Il budget che abbiamo è già pieno e mancano nove giocatori che sono in scadenza. In questo budget non figurano questi nove giocatori, più i loro sostituti, l'allenatore e il suo staff. Mi dovrò inventare qualcosa per recuperare qualche euro da investire. Vogliamo comunque rimanere ambiziosi, vogliamo però parlare chiaro: non faremo proclami, non possiamo farli, dobbiamo restare umili. Non disperdiamo l'entusiasmo, anche se sarà difficile. Sappiamo che il prossimo campionato sarà difficile: ci saranno 3-4 squadre già sulla carta più avanti di noi. Noi cercheremo con umiltà e sacrificio di essere una squadra molto competitiva e che dia orgoglio ai tifosi. Giovedì presenteremo il nuovo allenatore per iniziare questa nuova stagione. Andremo in ritiro il 10 luglio". Qui si inserisce nuovamente l'ad Bianchi che svela che lo stesso sarà a Rivisondoli in Abruzzo, mentre il 27 luglio ci sarà una amichevole con lo Spezia.