Giana, Albè: "Con l'Olbia mazzata tremenda. Ora dipende tutto da pres"

04.07.2020 14:45 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Cesare Albè
Cesare Albè

E' finita martedì sera contro l'Olbia la favola della Giana Erminio: dopo sei anni dal suo approdo tra i professionisti, la squadra di Gorgonzola è sprofondata tra i dilettanti: “La botta per quello che è successo martedì sera non è ancora passata – confessa ai colleghi di TuttoTritiumGiana.com l'allenatore biancazzurro Cesare Albè - non riesco ancora a farmene una ragione. E’ stata una mazzata tremenda. Nel secondo tempo in undici contro nove abbiamo avuto quattro nitide palle-gol, in quella di Bellazzini e in una di Manconi c’erano anche dei compagni liberi di calciare a porta vuota. Bastava solo passare la palla. E nel corner del pareggio, che abbiamo regalato, non abbiamo letto per niente la situazione. Complimenti all’Olbia”. Ora cosa succederà? “Dipende tutto dal presidente. Se vuole fare domanda di riammissione in C, ci sono buone probabilità di essere ripescati. Io lo spero, ma dobbiamo essere pronti anche a fare la Serie D. La cosa importante per me è non smantellare il settore giovanile che in questi sei anni abbiamo costruito. E’ un patrimonio importante che merita di andare avanti anche se l’anno prossimo saremo in D”.