Giana Erminio-Olbia: biancazzurri all'arma bianca. Torna il rombo?

30.06.2020 11:50 di Gabriele De Bartolo   Vedi letture
Albè, all. Giana Erminio
Albè, all. Giana Erminio

Dopo l'1-0 dell'andata questa sera è prevista la gara di ritorno dei playout tra Giana Erminio ed Olbia, che si disputerà allo stadio Città di Gorgonzola alle ore 20. Un match come detto che vede i biancazzurri di Albè in svantaggio sul risultato, con il compito di recuperare una rete di svantaggio, siglata in modo involontario da Perna nella propria porta. Non sarà facile, perchè l'Olbia si è dimostrata essere una formazione molto determinata, fisicamente ben preparata e con spunti interessanti in attacco. Una partita, quella di Sabato, che al netto della autorete ha comunque messo in risalto la formazione gallurese per occasioni e possesso palla, contro una Giana Erminio apparsa, invece, carente soprattutto da un punto di vista atletico. Se questa grande differenza fosse dovuta alla pesantezza del viaggio in Sardegna (cui vanno aggiunti i problemi dovuti al lungo stop) questa sera potrebbe dunque verificarsi la controprova, con un ritorno in battaglia in favore di condizione della compagine di Cesare Albè. 

QUI GIANA ERMINIO:
Il mister le ha promesse: "Al ritorno faremo la partita della vita". E sono probabilmente le parole più giuste, quelle del miglior approccio per la situazione in cui si è cacciata la Giana. Questi giorni sono stati sicuramente fondamentali per determinare quale sarà lo stato atletico e psicologico con cui i biancazzurri si presenteranno al Gorgonzola. Di più, al di là del ritardo di condizione fisica, dalle parole del tecnico nel dopo-partita si intuisce anche una (auto)critica all'approccio generale della gara:"Probabilmente siamo mancati nel coraggio di giocare la palla, siamo forse andati un pò dietro a loro". È quindi auspicabile che il mister, presa visione di quali siano stati i problemi, oltre ad aver caricato a molla i suoi affinchè giochino, appunto, la partita della vita possa anche impostare la partita in modo completamente diverso dal punto di vista della disposizione tattica. L'obiettivo è arrivare alla parità delle reti (basta dunque l'1-0): condizione, questa, che per il piazzamento di campionato condannerebbe l'Olbia alla retrocessione. Difficile immaginare però un diverso 11 titolare. La formazione biancazzurra recupera dalla squalifica Pinto, che potrebbe partire dal primo minuto nel terzetto di centrocampo. La disposizione tattica, che all'andata rifletteva specularmente il 3-5-2 dell'Olbia, potrebbe quest'oggi variare in un 4-3-1-2 che tanto bene aveva fatto nel finale di campionato a Febbraio: Pinto, Dalla Bona e Piccoli sulla mediana, Bellazzini sulla trequarti a sostegno di Manconi e Perna.  Non ci sarà Nolan.

QUI OLBIA: 
la formazione di Brevi ha fatto il 50% del lavoro ma adesso dovrà confermarsi e resistere mentalmente all'agguato preparato tra le mura del Gorgonzola. Il dubbio è tutto sulla condizione atletica dell'11 titolare, che pur dimostrandosi migliore rispetto a quella dell'avversario, potrebbe presentare il conto sul più bello. In più c'è l'elemento trasferta dalla Sardegna, che nel contesto di una ripresa agonistica da attuare dopo il lungo stop, con la mancanza di ritmo partita nelle gambe ed il poco tempo per recuperare, potrebbe complicare ulteriormente la prestazione dei galluresi sui novanta minuti, rendendo quanto meno equilibrata la partita. Ecco perchè è ipotizzabile qualche piccolo cambio. La certezza è rappresentata da Vallocchia, centrocampista che si è dimostrato in particolare condizione per la costruzione della manovra. Viene anche recuperato Dalla Bernardina dalla squalifica, forze fresche che aiuteranno la difesa a mantenere immutato il vantaggio. Un ulteriore tassello di novità potrebbe essere rappresentato da Pennington. Continua ad essere fuori dal match il lungo degente Doratiotto. L'Olbia non può stare ovviamente tranquilla: basta un gol alla Giana Erminio per rispedirla nell'incubo retrocessione. Per tanto l'approccio più logico potrebbe essere, ancora una volta, quello offensivo fin tanto che il fiato possa consentirlo. 

Ecco le probabili formazioni del match, cui potrete assistere attraverso la diretta testuale su TuttoC.com:

GIANA ERMINIO (4-3-1-2): Leoni, Madonna, Montesano, Teso, Solerio; Piccoli, Dalla Bona, Pinto; Bellazzini; Manconi, Perna. A disposizione: Acerbis, Gambaretti, Pedrini, Duguet, Teso, Fumagalli, Capano, Sosio, Pirola, Maltese, Greselin, Corti. 

OLBIA (3-5-2): Aresti, La Rosa, Gozzi, Altare; Candela, Vallocchia, Giandonato, Pennington, Pisano; Ogunseye, Cocco. A disposizione: Van Der Want, Barone, Pitzalis, Dalla Bernardina, Mastino, Zurgaro, Vergara, Lella, Manca, Miceli, Biancu, Verde, Parigi. 

Arbitro: Gianpiero Miele di Nola (Rinaldi/De Pasquale)