Lecco, Marzorati: "Della C mi pesa il contorno. Il futuro? Studio da ottico"

13.10.2021 22:30 di Valeria Debbia Twitter:    vedi letture
Lino Marzorati
TMW/TuttoC.com
Lino Marzorati
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

Lino Marzorati, difensore del Lecco che è appena stato premiato per le 400 presenze nei professionisti, si è raccontato dalle colonne de La Provincia di Lecco analizzando gli stimoli che uno come lui può trovare ancora in Serie C: "Da quando faccio la C, mi comincia a pesare il contorno. Si vede che sono uscito da un settore giovanile top e non potevo che andare peggio. Un conto è iniziare da una squadra piccola, e poi finire al Milan. Il percorso inverso è sempre duro. Ma a Lecco ho una “famiglia”, tante persone che conosco, della mia regione, e difendere Lecco e la Lombardia contro altre squadre di altre regioni, mi stimola molto. Io vivo in provincia di Monza con mia moglie. E Lecco è l’unica squadra che mi piace in Lombardia. Mi piace la tifoseria, lo stadio... Mi è dispiaciuto solo non venirci a vivere e con il fatto che sono vecchio e mi fanno solo contratti annuali ho scelto Monza per vivere. Ma a Lecco sarei venuto di corsa». E poi c’è la passione… "Sì, a me piace giocare a calcio fondamentalmente. Sto cominciando a ragionare sul dopo calcio e sono un po’ impanicato. Infatti sto studiando per diventare ottico… Mi sono messo in questa avventura insieme con la fidanzata di mio cognato, per un corso che dura due anni. E poi vedremo. Mi è sempre piaciuto studiare. Sono ragioniere, ma ho sempre pensato al calcio tutta la vita. Ora mi vengono un po’ di emozioni perché fra un paio di stagioni, forse, smetterò. E la cosa triste è che metterò il calcio in secondo piano. Tra qualche anno succederà. Ed è meglio prepararsi. Tutta la vita calcio? Oggi non me la sento. Già c’è mio figlio Leonardo che ha solo sette anni, ma si allena nella scuola calcio del paese e vedo che gli piace…".