Pontedera, presentate le maglie speciali per il derby di domenica

14.12.2018 14:10 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Foto di archivio
Foto di archivio

Si è svolta questa mattina nella sala consiliare del comune di Pontedera la presentazione della maglia che verrà utilizzata domenica in occasione del derby di domenica contro il Pisa. Le Maglie sono state disegnate da Sport for Children Onlus, oramai Associazione radicata nel mondo dello Sport e del Sociale, una Associazione tutta Pisana ma con il Cuore di ogni Città o Società che desideri dare sostegno a tutti i bambini che necessitano di Aiuto. La divisa verrà poi messa all'asta attraverso Ebay e i proventi andranno a Christin Picarella, bambino affetto da tempo da una grave malattia. Nella circostanza è stata anche presentato un nuovo socio, Stefano Lucchesi che farà parte a breve della società. Ad introdurre la conferenza stampa è stato il  presidente Paolo Boschi, il quale ha ringraziato i presenti e coloro che hanno dato un contributo all'iniziativa: Simone Macelloni della Banca di Lajatico, Mariano Bizzarri di corpo di guardie di Città e Fabio Calabrese di Devitalia.

Il massimo dirigente del club dichiara: " Sono orgoglioso di presentare una serie di iniziative, intanto voglio fare a tutti gli auguri di Natale. Voglio presentare questa iniziativa a fianco dell'amministrazione che non ci lascia mai soli. Voglio presentare Mariano Bizzarri di Corpo di guardie di Città, e tutti coloro che hanno favorito questa iniziativa, non ultimo in ordine di importanza Stefano Lucchesi che farò parte della società".

Prende la parola successivamente l'assessore allo sport del comune di Pontedera Matteo Franconi da sempre vicino alle vicende del club granata:

" Oggi giornata importante per lo sport cittadino, alla vigilia di un derby molto sentito. Il ringraziamento va al tifo organizzato e alla famiglia del piccolo Christian, sono contento dell'ingresso di Stefano Lucchesi, sono state effettuati riunioni anche per il nuovo stadio. Come nostra consuetudine facciamo le cose con prudenza e molta attenzione. Abbiamo sempre pensato di tenere in pari i bilanci, anche se gli sportivi hanno il diritto di sognare. L'invito è quello di venire allo stadio domenica con la speranza che sia una bella giornata di sport. I bilanci sono verso la stabilità, il sogno di continuare questo cammino, l'altro è quello dello stadio e di continuare a rilanciare".

Stefano Lucchesi titolare di uno studio tecnico nel comprensorio nuovo socio della società spiega i motivi del suo arrivo: "Ho aderito con entusiasmo alla proposta che mi è stata fatta in estate, mi Hanno voluto rendere conto in che ambiente mi sarei venuto a trovare, con i soci ho trovato subito l'intesa, una situazione migliore di questa non potevo trovare. Questa società si merita di trovarsi delle risorse maggiori rispetto ad adesso, auspico che possano arrivare altri soggetti del territorio per dare un ulteriore mano, concludo con forza Pontedera. Prenderò delle quote in società, abbiamo abbreviato il percorso che sarebbe dovuto durare un anno, non c' è bisogno di attendere ulteriormente possiamo abbreviare le tappe del nostro percorso".

Presente anche il direttore generale del Pontedera Paolo Giovannini che oltre a fare gli onori di casa al nuovo socio, e sottolineare l'importanza della maglia benefica, parla del derby di domenica contro il Pisa

 " Mi unisco al benvenuto a Lucchesi, anche se avevamo già avuto modo di conoscere Lucchese nelle precedenti partite. Lodevoli iniziativa, per far aumentare il valore di questa maglia dobbiamo cercare di far risultato positivo Abbiamo di fronte una squadra più forte con altri ambizioni, ma sicuramente troveranno una squadra in salute con libertà mentale, noi con tutto lo staff è di dare il massimo. E' giusto che il tifoso sogni, io non mi posso permettere di farlo, devo pensare a mantenere l'equilibrio fa parte del mio lavoro. Concludo facendo un grosso in bocca al lupo alla famiglia di Christian".

La chiusura è del sindaco del comune della Città della vespa Simone Millozzi, che traccia anche un consuntivo del rapporto fra amministrazione e squadra di calcio degli ultimi anni: " Se avessi voluto esprimere un desiderio era quello di arrivare qui, se penso alla situazione del 2009 la situazione era molto complicata. Il 2010 ha rappresentato una svolta, ringrazio gli imprenditori che hanno creduto nel progetto. Rivendico con orgoglio la capacità del gruppo di tener botta in un momento molto difficile. Dall'arrivo di Paolo Giovannini, che apprezzo non solo a livello sportivo ma anche etico e morale. Fra lui e gli imprenditori siamo riusciti a rimanere nel mondo dei professionismo, siamo un modello a livello sportivo e impiantistico, non tutti riescono a fare questo. In tempi non sospetti e semplici abbiamo deciso di investire nello stadio dando un contributo all'impiantistica. Il mio plauso a chi va avanti, per me è l'ultimo derby tra primo cittadino. Mi fa piacere che domenica vi sia questa iniziativa per un nostro cittadino affetto da una grave malattia, abbiamo un legame particolare con lui e la famiglia".