Focus TC

Serie C, 34^ giornata: la Top 11 del Girone A

02.04.2024 06:00 di Sebastian Donzella Twitter:    vedi letture
Arini (Pergolettese)
TMW/TuttoC.com
Arini (Pergolettese)
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Niente Pasqua in Serie B per il Mantova. La giornata numero 34 non è quella giusta per i virgiliani che pareggiano con la Juventus Next Gen, non riuscendo a mantenere i 12 punti di distacco dal Padova, vittorioso con la Pergolettese. Da segnalare la sospensione di Pro Sesto-Vicenza a mezz'ora dal termine, sul risultato di 1-0, per un nubifragio che ha allagato lo stadio dei lombardi. Di seguito la Top 11 di giornata secondo TuttoC.com.

PORTIERE

Stefano Filigheddu (Lumezzane): prende gol dopo 5 minuti, poi alza la saracinesca. Due parate da applausi e un altro paio di interventi convincenti tengono in vita i bresciani che, nel finale, riescono a pareggiarla.

DIFENSORI

Mariano Arini (Pergolettese): bella e sfortunata partita per il classe '87 che torna da Padova con un gol segnato ma con le pive nel sacco. Zero punti dovuti alla sfortuna e all'imprecisione sotto porta dei compagni. Il samurai, invece, capitalizza al meglio la sua occasione, arrivata all'interno di una gara giocata bene dallo stesso difensore e dai suoi compagni. 

CENTROCAMPISTI

Manuel Poledri (Lumezzane): un assist una settimana fa, un gol questo weekend. Giocando, in tutto, 25 minuti. Impossibile non citare la grande bravura nell'impattare la partita in corso d'opera del classe 2000 che condanna sui titoli di coda il Novara all'ennesimo pari consecutivo.

Omar Correia (Triestina): rientra e fa il diavolo a quattro. Le due reti alabardate nascono da sue iniziative: nel primo caso una gran accelerazione, nel secondo un ottimo assist.

Ian Soler (Alessandria): una gran botta per evitare, almeno per il momento, la retrocessione. Subentra, segna e, per poco, non fa doppietta. La Pro Vercelli non avrà un bel ricordo dello spagnolo.

Pietro Fusi (Padova): ci prova e ci riprova, finché non ci riesce. Sblocca il match ma, come al solito, fa tanto altro lì nel mezzo, proponendosi con più costanza anche in avanti.

David Wieser (Mantova): trova la seconda marcatura stagionale in una delle gare più importanti dell'anno. La promozione ancora non arriva ma lui è l'unico a tradurre in rete, con una precisa conclusione da fuori, una delle mille occasioni create dai virgiliani.

ATTACCANTI

Mohamed Alì Zoma (Albinoleffe): il classe 2003 dimostra ancora una volta di essere pronto per il salto di categoria. Col Trento arriva il nono gol stagionale e l'ennesima prestazione d'alto profilo.

Jonathan Italeng (Trento): seconda rete consecutiva per il classe 2001 che si sta ambientando sempre meglio nel club del Nord-Est. Ancora una volta la sua segnatura consente di ottenere un pari.

Siren Diao Balde (Atalanta U23): rovina la festa alla capolista Mantova che dovrà ancora attendere per festeggiare la promozione in B: Il classe 2005 alla prima occasione utile fa secchi un paio di avversari, anticipandoli e buttandola dentro.

Maguette Fall (Giana Erminio): insieme al collega di reparto dal suo stesso cognome, Mbarick, firma il successo che può valere i playoff. Sale a quota 11, è riuscito a non far sentire troppo la mancanza di bomber Fumagalli, andato a gennaio in B al Como.

ALLENATORE

Andrea Chiappella (Giana Erminio): perde il suo giocatore migliore nel mercato invernale e, subito dopo, perde sei partite su sette. Numeri che avrebbero ucciso un elefante ma non lui che riporta la barca in rotta e, senza perdere più nelle ultime otto gare, prima giunge la salvezza e, adesso, è a un passo dai playoff.