Top & Flop di Carrarese-Novara

21.02.2021 15:15 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Novara foto di archivio
TMW/TuttoC.com
Novara foto di archivio
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Si è chiusa la gara fra Carrarese e Novara, disputata all'ora di pranzo allo stadio "Dei Marmi" valida per la 26^ giornata di terza serie: 1-2 il finale in favore dei piemontesi. 95' davvero vibranti ai quali abbiamo assistito fra due squadre che si sono date battaglia alla ricerca del successo, gli ospiti hanno avuto la forza di capovolgere il match per effetto di una ripresa di spessore, dove è stata determinante la qualità e la classe del neo entrato classe '01 Matteo Zunno. I marmiferi sono andati a corrente altenata durante la partita, palesando qualche errore di troppo che sono costati una sconfitta probabilmente troppo penalizzante per quanto espresso sul rettangolo di gioco. In cronaca i padroni di casa ancora alle prese con numerose assenze, deve fare a meno inizialmente a Valietti, Doumbia, Anche Borri si accomoda in panchina. Sulla destra si sistema Pasciuti nel 4-2-3-1 scelto da Silvio Baldini dove Luci e Schirò sono i flangiflutti, Caccavallo, Piscopo e Marilungo in appoggio ad Infantino. Risponde il Novara, schierando un sistema di gioco speculare, Simone Banchieri da spazio a Buzzegoli per Schiavi. Dopo una breve fase di studio da fuoco alle polveri Caccavallo, si porta sul sinistro mandando la sfera a scheggiare il palo al 18'. Poco dopo, Corsinelli va via sulla destra, servizio per Lanini: il suo destro alzato in corner da Mazzini. Pronto il portiere apuano ad anticipare lo stesso attaccante in area sbarrando la strada. Riparte la Carrarese, cross di Pasciuti per Infantino che viene toccato da Cagnano. Dagl undici metri il "bomber" si fa ipnotizzare da Lanni, il quale nulla può su Caccavallo, abile a superare Cagnano e firmare il vantaggio con il sinistro. Nella ripresa Banchieri cambia la partita, toglie lo spento Panico per Zunno. Il 2001 ci mette pochi minuti per regalare sprazzi di classe, si libera di Valietti e con un destro alla Del Piero manda la palla a morire all'angolo opposto. Soffrono i padroni di casa, ci vuole un intervento di Murolo sulla linea per evitare la capitolazione su un cross di Cagnano. Si riaffacciano i padroni di casa, per alcuni minuti si assiste a capovolgimenti di fronte da una parte e dall'altra. Al 28' arriva il sorpasso ospite, Lanini va via sul filo del fuorigioco la mette in mezzo all'area piccola dove Mazzini interviene in maniera goffa, si avventa Corsinelli per il tap-in vincente. Baldini risvolta la sua squadra come un calzino nel tentativo di pareggiare, Lanni è pronto ad intervenire sui cross provenienti dalla destra togliendo le castagne dal fuoco ai piemontesi. Ecco i migliori e i peggiori del match:

TOP

Giuseppe Caccavallo (Carrarese): firma il suo gol stagionale- festeggiato a bordo campo con il più grande dei suoi figli- liberandosi con una ottima finta sull'interno su Cagnano, chiudendo di sinistro. Sempre nel vivo dell'azione, le sue sgroppate fatte di qualità e quantità mettono in difficoltà Cagnano, tocca una infinità di palloni cercando il suggerimento per i compagni. RIVITALIZZATO

Marco Zunno (Novara): sigla il suo primo gol stagionale in maniera tutt'altro che banale. riprova con successo una giocata andata male otto giorni fa di Pontedera. Il ragazzo conferma di avere grande personalità e qualità tecniche non comuni, altrimenti non si segnano reti di questo livello. spacca la partita con i suoi inserimenti, obbligando a raddoppi avversari. NE SENTIREMO PARLARE

FLOP

Saveriano Infantino (Carrarese): si procura il rigore poco dopo la mezz'ora ma si fa ipnotizzare da Lanni. Per il resto non brilla il bomber, faticando a dare il suo contributo alla manovra, facendosi sbarrare la strada dai difensori ospiti. A sua discolpa anche per lui una condizione non ottimale, visto l'infortunio subito nelle settimane scorse. INNOCUO

Giuseppe Panico (Novara): stavolta finisce nella parte meno nobile di questa nostra rubrica. Cerca le sue tradizionali accelerazioni ma si mostra meno efficace ed incisivo rispetto al consueto. Commette qualche fallo di troppo, si innervosisce e sul finire commette un brutto fallo su Pasciuti. Banchieri capisce l'antifona e lo lascia negli spogliatoi. NERVOSO