Top & Flop di Giana Erminio-Trento

23.01.2022 16:45 di Gianluca Pirovano   vedi letture
Top & Flop di Giana Erminio-Trento
TMW/TuttoC.com
© foto di Francesco Moscatelli

Niente da fare. Neanche con l'uomo in più la Giana è riuscita a tornare a vincere. La sfida al Trento del Città di Gorgonzola si è infatti conclusa 0-0. Un buon punto per gli ospiti, rimasti in dieci al 73esimo per l'espulsione di Trainotti, colpevole di aver steso Corti A. lanciato a rete. È stata una sfida non di certo spettacolare, caratterizzata da ritmi bassi e poche emozioni. La Giana ha sprecato nel primo tempo una grossa occasione con Corti N., che a porta sguarnita ha mandato malamente a lato. Gli uomini di Parlato non hanno di certo offerto la miglior prestazione stagionale. Un'unica chanche in tutta la gara per i gialloblu: Pasquato, perso clamorosamente nel cuore dell'area dai centrali di casa, ha mandato a lato il mancino da pochi passi (52'). 

Ecco quindi i migliori e peggiori di Giana Erminio-Trento: 

TOP

Tremolada (Giana): L'esterno classe 1999 è una delle poche note positive della stagione della Giana fino ad ora. Anche oggi prestazione degna di nota. È stato infatti l'unico avanti tra gli uomini di Contini a farsi notare nei novanta minuti. Prosegue la sua crescita, anche se c'è ancora da fare sotto due diversi aspetti. Da un lato la tenuta nei novanta minuti (sempre vistoso il calo nella ripresa), dall'altro la freddezza sotto porta. La Giana non segna e ha bisogno di un attaccante, questo è vero. Però i gol di Tremolada, considerato che la punta non arriverà, potrebbero essere decisivi per trovare la via della salvezza. 

I tifosi al seguito (Trento): Non è stata di certo la miglior prestazione del Trento in stagione. Gli uomini di Parlato hanno sofferto per lunghi tratti, giocato male e creato poco. Così, per una volta, la palma di migliore di giornata è giusto se la prendano i tifosi trentini al seguito. Una cinquantina, hanno cantato per tutti i novanta minuti e offerto per lunghi tratti lo spettacolo mancato invece in campo. 

FLOP

Il reparto offensivo (Giana): La Giana, come spesso accaduto nelle ultime uscite, non ha demeritato. Per vincere però sono mancati i gol, tanto per cambiare. Colpa di Contini? Non di certo. Colpa della società? Molto probabilmente sì. Colpa però anche di un reparto offensivo veramente spuntato. Corti N. ha giocato una buona gara, ma appare leggero per la categoria. Di Tremolada abbiamo detto, unica speranza al momento. Il resto? Poca roba. E la salvezza passa da lì...

Pasquato (Trento): All'andata l'aveva decisa lui, oggi invece è stato il peggiore dei suoi. Pochi spunti e tanti errori. La colpa soprattutto di aver avuto sui piedi la palla per cambiare il destino della partita, mandata però malamente a lato. Insomma, una partita da dimenticare, così come lo è stata per tutto il Trento. Se anche nei giorni storti si torna però a casa con punti in tasca, non va così male allora...