Top & Flop di Grosseto-Pistoiese

10.01.2021 20:15 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Pistoiese foto di archivio
TMW/TuttoC.com
Pistoiese foto di archivio
© foto di Claudia Marrone

Si è concluso il derby fra Grosseto e Pistoiese giocato al "Carlo Zecchini" valido per la 18^ giornata del girone A di serie C: 0-2 a favore della compagine ospite. Per gli arancioni è arrivata la prima vittoria stagionale in trasferta, un successo che mancava lontano dalle mura amiche dal lontano 2 febbraio 2020 il 2-1 rifilato al Como. Al di là dei ricorsi statistici il punteggio finale del confronto fotografa l'andamento della gara che ha visto la compagine di Gianfranco Riolfo comandare per larghi tratti della stessa, imponendo il proprio gioco pur presentandosi in emergenza. Molto deludente la prestazione dei maremmani, i quali hanno giocato una partita speculare rispetto all'avversario cercando di proporsi con le ripartenze faticando a rendersi pericolosi se si esclude gli ultimi minuti, confermando la propria difficoltà nelle gare interne dove hanno ottenuto soltanto cinque punti finora. In cronaca consueto 4-3-1-2 per i biancorossi, Magrini decide di schierare Raimo per Polidori sulla corsia di destra con Campeol a sinistra. La cerniera di centrocampo affidata a Vrdoljak, Sersanti e Kraja. Vertice alto del rombo Sicurella alle spalle di Galligani e Boccardi. Gli ospiti devono fare a meno di Gucci finito in settimana alla Vis Pesaro, lo squalificato Camilleri che va ad aggiungersi agli infortunati Solerio e Cesarini. Viene recuperato Salvi in extremis schierato nel 3-4-2-1 al fianco di Romagnoli e il neo arrivo Pezzi. Pierozzi e Simonti sulle corsie esterne supportati da Spinozzi e Simonetti. Tempesti e Valiani a supporto di Chinellato. La gara vede come detto gli arancioni proiettarsi costantemente nella metà campo avversaria, procurandosi punizioni e qualche angolo non sfruttati a dovere. Il Grosseto prova a sfruttare le ripartenze in campo aperto, ma al momento della rifinitura i maremmani non appaiono lucidi e precisi. Al tramonto della prima frazione ospiti pericolosi con Chinellato su cross di Pierozzi, la sua girata si perde a lato, sul capovolgimento di fronte Gorelli mette a lato di poco su angolo di Sicurella. La ripresa vede lo svolgimento del solito canovaccio, subito è Chinellato ad avere ancora la possibilità per sbloccare la gara su assist di Simonti, il suo sinistro esce. Prova ad uscire il guscio il Grosseto, Magrini con i cambi prova a dare fosforo e vitalit ai suoi senza riuscirci. La gara va avanti in maniera spezzettata, si susseguono scontri e falli da una parte e dall'altra. Nel finale la Pistoiese riesce a portare la gara dalla sua parte sbloccando la gara con il neoentrato Mazzarani abile a raccogliere la punizione pennellata in mezzo all'area di Stoppa, il suo colpo di testa sbatte sulla traversa prima di insaccarsi. Poco dopo il numero 20 si mette in propria calciando come meglio non potrebbe un calcio di punizione, il suo destro al "bacio" supera la barriera insaccandosi alla destra di Barosi. Ci prova il Grosseto nel finale, rendensosi pericoloso con Moscati e Russo ma non riesce a riaprire la gara. Ecco i migliori e i peggiori del confronto

TOP

Moscati (Grosseto): in una giornata negativa da parte della formazione maremmana, apparsa poco precisa ed incisiva sul piano della manovra. L'attaccante merita di essere citato fra i migliori per la determinazione e la volontà con cui affronta i minuti concessi dal proprio tecnico. Non a caso le occasioni per i maremmani nascono da sue iniziative. VOLITIVO

Stoppa (Pistoiese): il suo ingresso conferisce vitalità e un pizzico di imprevidibilità alla manovra degli arancioni. Mette lo zampino in entrambi i gol mettendo in mostra qualità ed un destro decisamente "educato". Perfetta la punizione scodellata in area per Mazzarani per il vantaggio, una autentica "perla" la rete il raddoppio pochi minuti trasformando una punizione da posizione centrale. DETERMINANTE

FLOP

Vrdoljak (Grosseto): l'emblema della prestazione negativa della formazione maremmana, apparsa in difficoltà nella zona nevralgica del campo dove a più riprese gli ospiti si sono fatti preferire. Preso in mezzo dagli avversari non riesce mai ad incidere, quando entra in possesso di palla appare poco preciso ed efficace. FUORI FASE

Tempesti (Pistoiese): l'elemento ad esprimersi al di sotto dello standard della squadra. In una gara giocata prevalentemente nella metà campo grossetana fatica ad emergere. Sono pochi i palloni toccati nella metà campo avversaria, prestazione non da buttare ma sicuramente poteva fare di più. DELUDENTE