Top & Flop di Juventus Under 23-Pontedera

11.04.2021 14:40 di Valentino Bonetti   Vedi letture
Top & Flop di Juventus Under 23-Pontedera
TMW/TuttoC.com
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

Uno a uno tra Juventus Under 23 e Pontedera nel lunch match del Girone A, giocato alle 12,30 allo stadio “Moccagatta” di Alessandria e valevole per la 35^ giornata. La riacciuffano in extremis gli ospiti e le squadre mantengono invariato il distacco in classifica: 50 punti per il Pontedera, +2 sulla Juve, che però deve ancora recuperare la partita contro l'Olbia (gara che si giocherà giovedì 22 aprile alle 15).

Padroni di casa schierati da Zauli con il 3-4-1-2 in cui Rafia gioca alle spalle della coppia Brighenti-Marques. Ospiti con Risaliti al posto dello squalificato Piana nel terzetto difensivo e Stanzani preferito a Semprini in attacco. Parte meglio la Juve, pericolosa in tre occasioni al 4': prima Aké prova il destro al volo trovando la respinta in tuffo di Sarri, bravo a neutralizzare anche le successive conclusioni degli avanti bianconeri. La squadra di Zauli si porta in vantaggio al 16': buon lavoro di Aké a destra, centro basso sul quale Marques è puntuale e preciso nell'anticipo sul primo palo. Settimo gol in campionato per l'attaccante classe 2000. Il Pontedera si vede dalle parti di Sarri con una punizione a giro di Caponi al 19' e un tiro a lato di Stanzani al 38', ma è la Juventus un minuto più tardi ad andare vicinissima al 2-0. Questa volta però a Marques manca l'istinto killer e l'attaccante bianconero calcia a lato con il destro in diagonale a tu per tu con Sarri su imbeccata di Rafia. La ripresa si apre con gli stessi ventidue che avevano iniziato il match. Primo squillo di marca ospite, ma il sinistro di Ropolo è bloccato a terra da un attento Israel. Sull'azione successiva è pericolosa la Juventus Under 23 con un bolide mancino di Aké deviato in corner da Sarri. Al 55' il Pontedera ha l'occasione di pareggiare i conti: Stanzani si presenta a tu per tu con Israel su lancio di Benedetti, il portiere della Juve lo stende e per l'arbitro è rigore. Dagli undici metri si presenta Caponi, il quale scivola e calcia alle stelle. Per il capitano del Pontedera un “infortunio” simile a quello accaduto al capitano del Chelsea John Terry nella celebre finale persa ai rigori contro il Manchester United a Mosca nel 2008. Il Pontedera ci prova, anche grazie ai cambi effettuati da Maraia, e trova il gol del pareggio al 94': pallone buttato in mezzo da sinistra e colpo di testa vincente di Benericetti, entrato al posto di Caponi al 78'. Tirata d'orecchie alla Juve Under 23 per non aver chiuso il match, complimenti al Pontedera per averci creduto fino alla fine.

Ecco top e flop della gara appena conclusa:

TOP:

Alejandro Marques (Juventus Under 23): firma il vantaggio e va vicino al gol in almeno altre due occasione dimostrando di avere un ottimo senso di posizione in fase offensiva. Peccato che, almeno nell'occasione avuta al 39', difetti di precisione perché potrebbe decidere la gara con una doppietta. PERICOLO NUMERO UNO

Leonardo Stanzani (Pontedera): Maraia lo preferisce a Semprini in avanti e lui ricambia la fiducia del tecnico con una prestazione fatta di tanta corsa e inserimenti. Su uno di questi si procura anche il rigore poi fallito da Caponi. Esce, stremato, al 67' ma il suo l'ha fatto eccome, ben prima che gli avversari tirassero i remi in barca. PROPOSITIVO

FLOP:

Hamza Rafia (Juventus Under 23): le sue qualità sono fuori discussione, ad esempio quando libera Marques a tu per tu con Sarri al minuto 39. Da sempre l'impressione di poter inventare qualcosa quando entra in possesso del pallone, ma all'ora di gioco, già ammonito, rischia il rosso per fallo su Risaliti (il quale lascia anche il campo per il colpo subito) e quindi Zauli è costretto a toglierlo dalla contesa per evitare guai peggiori. CROCE E DELIZIA

Andrea Caponi (Pontedera): sempre pericoloso sui calci piazzati è sfortunato in occasione del calcio di rigore, quando scivola e calcia alle stelle la palla del possibile 1-1. Errore grave, perché il capitano del Pontedera è uno specialista dei calci piazzati. Esce al 78' senza poter riscattare l'errore dagli undici metri e al suo posto entra, caso del destino, proprio l'uomo che pareggia i conti. GIORNATA NO