Top & Flop di Piacenza-Albissola

10.02.2019 20:35 di Lorenzo Carini   Vedi letture
Martignago, FLOP Albissola
© foto di Antonio Ros/Pordenone Calcio
Martignago, FLOP Albissola

Terzo pareggio consecutivo per il Piacenza di Arnaldo Franzini, fermato al "Leonardo Garilli" dall'Albissola: 1-1 il risultato finale, i liguri sono passati in vantaggio al 29' grazie all'autorete di Francesco Corsinelli ma sono stati raggiunti dopo pochi istanti, esattamente al minuto 33, dal calcio di rigore realizzato da Franco Ferrari, centravanti di proprietà del Genoa.

I biancorossi conquistano un punto che serve a poco in vista della promozione diretta. Gli emiliani ottengono comunque l'aggancio alla Carrarese, che ha vinto in casa del Novara e nel turno infrasettimanale ospiterà proprio Sestu e compagni. Buon balzo anche da parte della compagine ligure che abbandona momentaneamente la zona calda della graduatoria, andandosi a posizionare al quindicesimo posto a quota 21.

TOP
Luca Barlocco (Piacenza)
: serata da protagonista per il difensore classe '95. Gestisce bene gli assalti (pochi) dell'Albissola e, soprattutto, salva la propria squadra da un gol che sembrava già fatto al minuto 63, prendendosi i complimenti dei compagni, oltre che del tanto pubblico presente. Si rivela un giocatore fondamentale e determinante per questa squadra, anche se potrebbe fare sicuramente di più. BRAVO

La tenuta dell'Albissola: resistere difensivamente contro una squadra come il Piacenza, che non ha espresso un ottimo calcio ma è pur sempre tra le grandi del Girone A, non è cosa da poco. Come all'andata, la compagine ligure argina al meglio i tentativi dei biancorossi: dopo la vittoria sull'Arzachena, un pareggio che darà sicuramente morale ai biancoazzurri in vista del prosieguo della stagione. SOLIDI

FLOP
Mattia Corradi (Piacenza)
: partita da dimenticare per il numero dieci biancorosso, prontamente sostituito da Franzini nel corso del secondo tempo. Sbaglia tanto, favorendo in certi casi anche le ripartenze in contropiede dell'Albissola, e non aiuta affatto i compagni. MALE

Riccardo Martignago (Albissola): dopo la buona prestazione della scorsa settimana contro l'Arzachena, l'esperto centravanti classe '91 non si ripete. Mai in partita, tocca pochissimi palloni e non riesce a rendersi utile per la propria squadra, appoggiatasi in particolare alle giocate di Cisco e Cais. INVISIBILE