Top & Flop di Cesena - Imolese

18.04.2021 22:57 di Andrea Cignarale   Vedi letture
Top & Flop di Cesena - Imolese
TMW/TuttoC.com
© foto di Sinisa Erakovic/Foto Olimpia

L’Imolese fa la voce grossa ed espugna il “Manuzzi”, rifilando un secco 2-0 al Cesena e rilanciando le sue chance salvezza. Grande prova d’orgoglio dei rossoblù che dimostrano ottima organizzazione tattica e grande senso del contropiede. Per i padroni di casa serata da dimenticare: tanto possesso palla, ma zero palle gol dalle parti di Siano.
La posta in palio è alta e in campo è evidente la tensione, almeno nei primi scampoli di gara e per tutto il primo tempo. Scarseggiano le occasioni, ma in compenso le due squadre danno vita ad una dura battaglia a centrocampo, cercando di sfondare le rispettive resistenze. Maggiormente propositivo il Cesena che tenta le sortite offensive con il palleggio ragionato, mentre l’Imolese si difende con ordine e tenta di sfruttare l’arma del gioco di rimessa. Al 6’ ci prova Bortolussi in girata, ma l’attaccante non centra il bersaglio. Di Gennaro tenta di illuminare la scena con alcune giocate di spessore che vengono interrotte da interventi fallosi dei rossoblù. Al 36’ l’Imolese si sporge in attacco e sfiora il vantaggio con Tommasini, bravo a girarsi tra due avversari e a concludere di potenza, trovando solo l’esterno della rete. Accade poco altro nella prima frazione, che fa registrare un Russini ispirato e un’Imolese assai concentrata ad uscire indenne dal “Manuzzi”. La ripresa segue gli stessi ritmi della prima frazione, con il Cesena che non riesce a sfondare e l’Imolese che attende sorniona il suo momento. Al 65’ l’episodio che cambia il match: sul tiro di Polidori, Ricci interviene con il braccio in area di rigore. Nessun dubbio per il direttore di gara che concede il penalty. Dal dischetto lo stesso Polidori spiazza Nardi e porta avanti l’Imolese. I padroni di casa tentano la reazione e Viali inserisce Zecca e Nanni per rinfoltire ulteriormente l’attacco bianconero. Il Cesena, però, non costruisce grandi occasioni da gol, se non all’80’: passaggio illuminante di Bortolussi che mette Caturano davanti al portiere, Siano non si scompone, esce bene e mura l’attaccante napoletano. Cinque minuti dopo il Cavalluccio recrimina per un presunto fallo di mano in area del neoentrato Della Giovanna, ma il direttore di gara non è dello stesso avviso. Nel momento di massima spinta romagnola, l’Imolese esce dal guscio e chiude i conti ancora con Polidori: il match-winner si inventa il gol della domenica e, in semirovesciata, batte Nardi per la seconda volta, mettendo in ghiaccio il derby. Nel recupero il Cesena tenta di riaprire i giochi, ma Di Gennaro e Bortolussi non centrano la porta. Ritorna al successo l’Imolese che prenota un posto nei play-out, mentre il Cesena archivia il sogno quinto posto e ora deve guardarsi le spalle nella griglia play-off.

Ed ora, ecco i Top & Flop della sfida. 

TOP

Simone Russini (Cesena): nel grigiore generale di una partita molto complicata, va sottolineata la prova di sostanza di Russini, tra i più pericolosi per il Cavalluccio. L’esterno offensivo prova a mettere in apprensione costante Boccardi e, nel primo tempo, le migliori occasioni nascono dalla sua zona di competenza. I suoi cross, però, non trovano in Bortolussi e Caturano i destinatari ideali. Esce nella ripresa per far posto ad una punta, ma probabilmente la sua velocità avrebbe fatto ancora comodo al Cesena. LOTTATORE

Alessandro Polidori (Imolese): dopo un primo tempo non proprio memorabile, l’attaccante ospite si prende la scena nei secondi quarantacinque minuti. Freddo dal dischetto, Polidori si inventa un gol da cineteca nel finale che mette in ghiaccio i tre punti per il Grifone e ridona speranze di salvezza al team di Mezzetti. Merita la palma di migliore in campo per essere risultato decisivo nei momenti salenti della sfida. MATCH WINNER

FLOP

L’atteggiamento (Cesena): giornata storta per il collettivo bianconero che rimane intrappolato nell’intricato scacchiere avversario, ben allestito dal nuovo corso targato Mezzetti. Il Cesena tiene costantemente il possesso del pallone, senza tuttavia costruire occasioni limpide dalle parti di Siano, decisivo solo su Caturano all’80’. Per il resto tanta corsa sulle fasce e continue trame tra gli attaccanti bianconeri che, tuttavia, faticano a farsi largo tra le maglie dell’Imolese. Viali tenta il tutto per tutto e inserisce nella mischia anche Zecca e Nanni, ma non è serata per il Cavalluccio. SPUNTATI

Nessuno (Imolese): grande prova di carattere per i rossoblù che scendono in campo senza paure, nonostante l’ennesimo cambio di allenatore e una situazione di classifica a dir poco pericolosa. A digiuno di vittorie da due mesi, il Grifone risulta praticamente perfetto in difesa, guidato da capitan Carini, e rapido ad imbastire azioni di contropiede. I protagonisti in campo dimostrano tutta la voglia di salvare la categoria. E la missione inizia proprio da Cesena. Nel migliore dei modi. DETERMINATI