Top & Flop di Olbia-Rimini

06.12.2023 20:15 di Davide Villaggio   vedi letture
Lamesta (Rimini)
TMW/TuttoC.com
Lamesta (Rimini)
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

Finisce a reti bianche la gara , valevole il recupero della 14esima giornata del girone B della Serie C, tra Olbia e Rimini. Non si fanno male, quindi, le due squadre, che dividono la posta in palio. Continua l’imbattibilità dei romagnoli, adesso senza sconfitte da nove turni. Ancora nessun successo per i sardi, che sono a secco di vittorie da cinque turni. Rimini che resta al decimo posto a quota 20 punti; Olbia che lascia la zona playout, salendo a 17 punti.

Parte meglio il Rimini, che già al nono minuto va vicinissimo al vantaggio con Ubaldi, che sciupa da ottima posizione. Ci riprova Marchesi poco dopo il primo quarto di gara, ma la sua conclusione dal limite è molto velleitaria. Al minuto ventiquattro, l’Olbia batte un colpo con una conclusione di Mameli che fa la barba al palo. Pochi minuti dopo è di nuovo il Rimini a sfiorare il vantaggio, con Langella che non approfitta di una respinta imprecisa di Rinaldi. Gli ultimi dieci minuti della prima frazione non regalano altre emozioni, con le due squadre che rientrano negli spogliatoi sul punteggio di zero a zero.
 

Secondo tempo che inizia sulla stessa falsa riga della prima frazione, con pochissime scintille sia da una parte che dall’altra. Nonostante la girandola di sostituzioni, sia da una parte che dall’altra, il ritmo della gara non cambia, con pochissime sortite offensive da parte delle due squadre, che fanno un passo indietro per quanto concerne lo spettacolo, già quasi inesistente nei primi quarantacinque minuti di gioco. Gli ultimi minuti scorrono via con le due squadre che non riescono a trovare la via della rete, con la sfida che rimane bloccata sul punteggio di parità.

Di seguito i Top&Flop del match secondo TuttoC.com

TOP

RINALDI (Olbia): Salva due possibili gol del Rimini nella prima frazione, evitando alla sua squadra una nuova sconfitta. Nel nulla cosmico di una squadra fin troppo spenta, lui l’unico a conquistare le luci dei riflettori. REATTIVO

LAMESTA (Rimini): Dinamismo e sacrificio al servizio di Troise: in fase offensiva prova in tutti i modi a creare scompiglio, essendo l’unico in grado di cercare la soluzione giusta, ma si fa notare anche in fase difensiva, recuperando numerosi palloni. INSTANCABILE

FLOP

MOTOLESE (Olbia): Rischia grosso nel primo tempo, quando perde una palla che per poco non manda in porta l’avversario. Nel secondo tempo si sposta verso la fascia sinistra, ma quasi mai riesce a trovare la profondità. DISATTENTO

ATTACCO (Rimini): Di fronte ad un avversario in difficoltà, l’attacco del Rimini poteva certamente dare e fare di più. A parte Lamesta, gli altri fanno il minimo sindacale. INNOCUO