Top & Flop di Piacenza-Triestina

20.01.2020 23:10 di Giacomo Principato   Vedi letture
Alessio Sestu, TOP
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Alessio Sestu, TOP

Una Triestina quasi impeccabile condanna il Piacenza alla seconda sconfitta interna del suo campionato nel posticipo del lunedì della 22^ giornata del campionato di Serie C – Girone B. Maracchi, con una rete per tempo, punisce gli emiliani che si svegliano solo negli ultimi minuti grazie a una rete del solito Paponi dal dischetto. Nel finale rischia di sprecare quanto di buono fatto la squadra di Carmine Gautieri, prima concedendo un penalty evitabile con Malomo e poi sprecando a tu per tu col portiere Steffè. Il successo del 'Garilli' rilancia gli alabardati, mentre frena il buon ruolino di marcia dei biancorossi.

TOP

Alessio Sestu (Piacenza): inizia, un po' a sorpresa, dalla panchina e quando entra in campo mette in evidenza tutto il suo peso. Cross, serpentine e tentativi verso la porta: l'ex Alessandria e Siena ce la mette tutta. 45 minuti e annesso recupero di alto livello. PIMPANTE

Federico Maracchi (Triestina): è un triestino a rilanciare la squadra della sua città con un'ottima doppietta su un campo difficile come quello del Piacenza. La settimana inizia nel migliore dei modi per il classe '88 che si dimostra sempre al posto giusto nel momento giusto. DECISIVO

FLOP

Gli spazi concessi dal Piacenza: sempre pericolosa in contropiede la Triestina, il compito viene agevolato da una squadra, quella di casa, che non copre benissimo lo spazio. Presa alla sprovvista sulla prima rete, anche sulla seconda c'è qualche errore di troppo da parte della truppa emiliana. SCOPERTI

I minuti finali della Triestina: prima il rigore concesso in maniera goffa da Malomo e poi Steffè che davanti la porta spreca in maniera clamorosa avrebbero potuto rovinare completamente quanto di buono fatto in tutto l'arco precedente della gara. RISCHIOSI