Il Catania rischia lo sgambetto sul traguardo. È caos ripescaggi

10.08.2018 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:   articolo letto 7473 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Il Catania rischia lo sgambetto sul traguardo. È caos ripescaggi

Sembrava fatta per il Catania, dopo ricorso e contro-ricorsi, per il ripescaggio in Serie B. Festa in città, festa in squadra. Tutti sorridenti. Ma ovviamente questa balorda - perdonateci ma non troviamo aggettivo più confacente - estate calcistica non vuole proprio scrivere una parola fine al delirio che si sta scatenando. Perché pare che, nonostante la nota della FIGC di pochi giorni fa che specificava come non fosse contemplabile, per questa stagione, venire meno ad una Serie B a 22 squadre, ci sia la seria  intenzione di bloccare i ripescaggi.

Ci immaginiamo il gelo in casa Catania, Novara e Robur Siena, le tre in odor di salto di categoria. Ma, peggio, si è scatenato un vero e proprio tutti contro tutti. Gabriele Gravina, presidente della Lega Pro, nel rispondere via Twitter a Nicola Binda, giornalista di Gazzetta che per primo ha lanciato la notizia, è stato quantomeno pungente: "Finalmente una decisione che, nel RISPETTO DELLE REGOLE, mette un po’ d’ordine. Diciamo che ognuno può fare quello che vuole. Allora “tana libera tutti”!!!!!!".

Mauro Balata, presidente della Lega B, al Corriere dello Sport, ha ribadito la volontà di bloccare i ripescaggi, mantenendo la Cadetteria così com'è, dopo le esclusioni di Bari, Cesena e Avellino, e al massimo reintegrare la Virtus Entella, in caso di accoglimento del ricorso. Ma di ricorsi ne pendono, e parecchi. Ultimo in ordine di tempo quello presentato dalla Robur Siena contro Figc, Ternana, Pro Vercelli, Novara. Lega Pro, LND, AIC e AIA alzano a loro volta la voce, chiedendo elezioni immediate in Figc che, lo ricordiamo, è ancora commissariata. 

In più ci sono i club che attendono il ripescaggio in Serie C, ma nella serata di ieri da tredici società (QUI), è arrivato in Lega un documento che chiede che non venga permessa la partecipazione a chi non possiede tutte le carte in regola. Insomma, in tutto questo cosa accadrà? Di certo il Catania oggi si presenterà a Roma, in conferenza stampa, insieme alle altre che sperano nell'ammissione in B, per fare chiarezza sulla propria posizione. Serie C rinviata al 2 settembre? Una previsione probabilmente fin troppo ottimistica.