Le eliminazioni di Catanzaro e Viterbese mettono il Girone C in minoranza

23.05.2019 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Le eliminazioni di Catanzaro e Viterbese mettono il Girone C in minoranza

Il primo turno nazionale dei playoff di Serie C ha emesso i suoi verdetti. Per quanto riguarda il Girone C difficile riuscire a gioire abbastanza. Era certo che nella sfida tra Catania e Potenza ovviamente solo una avrebbe passato il turno. Ci è riuscita la squadra rossoazzurra, bissando l'1-1 dell'andata. I lucani escono a testa alta e tra i meritati applausi del pubblico del "Massimino", protagonista con un bel gesto sportivo al termine del match. 

Purtroppo la conta delle squadre del raggruppamento meridionale che passano alla seconda fase termina qui. Sia Viterbese che Catanzaro infatti non sono riuscite a ribaltare il risultato incassato nella gara d'andata.

Ovviamente i laziali avevano di fronte la remuntada più complicata. Partire con un handicap di tre reti, incassate domenica ad Arezzo, non era facile. E la Viterbese ci ha provato, andando più volte vicina al gol nel primo tempo.  Ma nella ripresa i gol di Belloni prima e Pelagatti poi fanno volare gli amaranto al turno successivo. Per la Viterbese ovviamente resta in cassaforte il trofeo della Coppa Italia Serie C conquistato col Monza.

E, al termine di una gara a dir poco rocambolesca, saluta la competizione anche il Catanzaro. I giallorossi vanno sotto nel primo tempo con la Feralpisalò. Poi, spinti dai diecimila del "Ceravolo", riescono a ribaltare il punteggio con De Risio e Fischnaller. Ma a pochi secondi dal novantesimo arriva la rete di Legati. Tra l'altro il gol decisivo è stato realizzato su un tiro dalla bandierina molto contestato in particolare dal presidente giallorosso Noto. 

A fronte di tre squadre del Girone A e tre del B quindi ne restano solo due del C. Il Catania ed il Trapani che, arrivato secondo in campionato, entrerà ora nella competizione. Incrociando le dita per un sorteggio che non le veda scontrarsi. Cosa però possibile, perché i granata saranno testa di serie con Triestina e Piacenza, e la quarta sarà il Pisa, la squadra che ha chiuso il campionato col punteggio più alto tra le qualificate. 

E d'altronde alla storia piace ripetersi. Nello scorso torneo a questo punto della competizione erano rimaste del Girone C solo Catania e Cosenza - c'era anche la Viterbese che però militava nel raggruppamento A - ed entrambe approdarono alle semifinali, con i Lupi che conquistarono la B. E quest'anno le semifinali saranno in realtà finali, quindi le chance di fatto non mancano.