Rieti, all'improvviso gli stipendi. A Vibo si gioca, ma futuro è nebuloso

08.11.2019 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
Rieti, all'improvviso gli stipendi. A Vibo si gioca, ma futuro è nebuloso

Le notizie si rincorrono in casa Rieti. Nella serata di mercoledì il club ha annunciato che la Ital Diesel Srl, attualmente sulla carta proprietaria del club - ma ancora deve iniziare a pagare le quote all'ex patron Curci - ha avviato l'iter per cedere a sua volta ad alcuni ancora non identificati imprenditori. Inoltre, nella stessa data, sarebbero stati inviati i primi pagamenti ai tesserati

Nella mattinata di ieri la situazione sembrava ancora in netto stallo. La squadra si è ritrovata al centro sportivo ma, non essendo ancora stato accreditato nulla sui conti correnti - eccezion fatta pare per un solo giocatore in quel momento - si è rifiutata di allenarsi. Poi però nel pomeriggio qualcosa è cambiato. 

I giocatori ai quali sarebbero arrivate le mensilità sarebbero saliti a tre, come confermato ai microfoni di TuttoC.com da Danilo Coppola dell'Assocalciatori. Un numero sufficiente per far fare un passo indietro in merito alla decisione, che fino all'ora di pranzo sembrava pressoché irrevocabile, di non andare in trasferta a Vibo Valentia.

Lo stesso Coppola comunque ha annunciato che i giocatori stanno presentando richiesta di messa in mora per gli stipendi di settembre. E il futuro del torneo è una grande incognita: "Prossima settimana decideranno se andare avanti. Se allenarsi o meno, se giocare o meno. Alcuni stanno valutando la possibilità di rivolgersi al collegio arbitrale per chiedere lo svincolo. Di sicuro non si ripeteranno situazione come quelle del Matera e del Pro Piacenza della passata stagione".

Futuro ancora nebuloso quindi per il Rieti. Domenica il campo, lunedì chi lo sa.